Torbidoni (Forza Italia), 'Cicconi Massi scrive a Paradisi invece di essere chiaro con gli elettori.Si dimettano gli ex Pdl'

1' di lettura 12/04/2014 - Mi trovo costretta a chiedere ancora una volta a gran voce le dimissioni degli attuali consiglieri ex-pdl, apprendendo soltanto da un articolo di Roberto Paradisi, che, Alessandro Cicconi Massi invece di rispondere pubblicamente alle richieste mie e di Paradisi di essere chiaro e onesto con gli elettori, informarci e informarli sulle posizioni politiche che si accinge a prendere, cosa fa?

Invia una lettera privata al consigliere del Coordinamento Civico Paradisi, sostenendo di fatto che qualora l’asse Pd-Sel saltasse gli ex Pdl sarebbero disposti ad appoggiare Mangialardi per poter fare un salto di qualità nella sedia che occupano ed entrare così in maggioranza con un cambio di casacca che si pone in linea con la più esecrabile politica politicante che, negli ultimi anni, ha fatto disaffezionare i cittadini alla politica vera. Quella fatta di idee e principi, progetti e onestà intellettuale. E questo non lo vogliamo definire un salto della quaglia?

Beh, a maggior ragione penso sia il minimo che il signor Cicconi Massi fornisca una risposta pubblica e faccia una volta per tutti chiarezza a tutti quegli elettori e sostenitori di Forza Italia che lo hanno votato e che si trovano in questo momento senza un’opposizione, e rappresentati da chi è disposto a sostenere una giunta che sta letteralmente affondando la città. Siete giunti al capolinea, rassegnate per dovere morale le vostre dimissioni.


da Marta Torbidoni
Forza Italia-Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2014 alle 16:35 sul giornale del 14 aprile 2014 - 2514 letture

In questo articolo si parla di forza italia, politica, senigallia, marta torbidoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2ub


Pablo Utente Vip

13 aprile, 15:32
Non entro nel merito della vicenda (anche perché non sono andato oltre a leggere il titolo dello stesso comunicato a cui, presumo, si cambi la data), ma se tutta questa solerzia e intransigenza che sta dimostrando di avere la rediviva Forza Italia di Senigallia, l'avesse avuta anche Forza Italia (quella prima delle condanne e delle fughe all'estero), forse l'Italia di oggi sarebbe stata diversa.

Luigi Alberto Weiss

14 aprile, 08:36
No, Forza Italia non può dissolversi così. Qualcuno che tenga in piedi la bandiera ci vuole, fosse anche l'ultimo della fila. Fosse anche il cane Dudù!
E' necessario al PD, che così può continuare ad agitare il fantasma di Berlusconi (con cui fa gli accordi elettorali!) per incantare gli ultimi gonzi e raccattare voti.

Pablo Utente Vip

14 aprile, 11:12
Prima che al Pd, o a un vattelappesca qualsiasi, serve al papi, fino a qualche giorno fa la tesi era: "Non si possono mettere le mani (della giustizia, quisquilie) su uno che raccoglie dieci milioni di voti".

ghost Utente Vip

14 aprile, 12:32
Il termine "esecrabile" andrebbe usato proprio per la politica fatta in questi anni da forza Italia.
Siete riusciti a renderci ridicoli in tutto il mondo e ancora avete il coraggio di presentarvi?
Abbiate la dignità di lasciare la politica, nessuno ne soffrirà, state tranquilli.

Il fatto è che FI prima, PDL poi e nuova FI non sembrano mai essere riusciti a trovare una sintesi delle varie voci della destra nazionale a causa "dell'ingombrante" presenza del Cavaliere.
Che se pure era una perfetta "macchina da consenso", e i numeri sono lì a dimostrarlo, però non è mai riuscito a creare un "dopo" se stesso: forse per scelta ponderata, forse perchè non intravedeva un degno "erede", forse...
Vabbè, i forse sono tanti ma i risultati si vedono: una destra che man mano si polverizza e polverizzandosi, indirettamente, lascia una sinistra che però non può e non deve essere autoreferenziale.
E il vuoto si riempie di Stelle (5, per la precisione).




logoEV