Quantcast

Chiaravalle: 1 maggio, Comitato precari e disoccupati, 'Noi non possiamo festeggiare, lotteremo'

1' di lettura 29/04/2014 - Si dice che il 1 maggio sia una festa dedicata a chi lavora, ma la crisi nera che sta devastando il Paese, non permette di festeggiare ai milioni di senza lavoro.

E’comunque il 1 maggio, la festa che dovrebbe ricordare le battaglie operaie, quelle fatte per conquistare i diritti e oggi deve diventare stimolo a reagire per la gente che ha perso il lavoro, ha visto la propria fabbrica chiudere, viene buttata fuori casa per lo sfratto, lotta ogni giorno per metter insieme il pranzo con la cena e, soprattutto, difendere la propria dignità.

Cosa possiamo fare?…Ci siamo costituiti in un Comitato Disoccupati e Precari Chiaravalle, proviamo a entrare in contatto con tutti coloro che sono senza un lavoro per costruire insieme, ascoltandoci, proposte e trovare insieme anche piccole ma spesso grandi soluzioni.

Forse non riusciremo pienamente nel nostro intento, ma averne già parlato e parlarne è molto importante…c’è sempre un primo passo per percorrere un lungo cammino… Nella lotta c’è posto per tutti.

Per contatti: cell.338 8616268 (Corrado); e mail: tiziciao@libero.it


da Comitato dei precari e disoccupati





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2014 alle 16:01 sul giornale del 30 aprile 2014 - 1598 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, primo maggio, festa dei lavoratori, 1 maggio, comitato dei precari e disoccupati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/3f2