Il Comitato precari di Banca Marche chiede un incontro con le Fondazioni

Banca Marche 2' di lettura 08/05/2014 - La redazione riceve e pubblica una lettera del Comitato Precari di Banca Marche, indirizzata alle Fondazioni di Jesi, Fano, Macerata e Pesaro, per richiedere un incontro.



Al Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Avv. G. SABBATINI
Al Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi Dott. A. BASSOTTI
Al Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata Dott. F. GAZZANI
Al Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano Dott. F. TOMBARI

OGGETTO: Richiesta incontro con Comitato Precari Banca Marche.



Gent.mi Presidenti delle Fondazioni,

con la presente il Comitato Precari Banca delle Marche avanza una richiesta di incontro, per avere un colloquio sul tema “futuro dei Precari e di Banca delle Marche”.

 Facendo seguito agli utili incontri avvenuti a metà dicembre 2013 con i Presidenti delle Fondazioni di Jesi, Pesaro e Macerata e data la Vostra stimata partecipazione nelle vicende del Comitato Precari, siamo oggi a richiederVi un nuovo appuntamento che ci consenta di proseguire in questa collaborazione.



Abbiamo fiducia che grazie all’interessamento e all’aiuto delle Fondazioni, si possa raggiungere la stabilizzazione dei Precari attraverso l’adozione di criteri meritocratici, trasparenti e condivisi per dare così anche una luce di speranza ed un messaggio positivo all’intera comunità regionale. 


Vogliamo porre in evidenza che, data l’intensa adesione dei dipendenti Banca delle Marche al fondo esuberi, sarà presto necessario realizzare un avvicendamento generazionale, anche allo scopo di rendere veramente operativa ed efficace l’azione di rilancio commerciale dell’Azienda. Tale turnover, oltre a possedere un enorme valore sociale, rappresenterà un consistente vantaggio economico per l'Azienda che avrà la possibilità di stabilizzare noi giovani precari, avvalendosi di contratti lavorativi molto meno costosi rispetto a quelli dei colleghi in prepensionamento. Creare occupazione dentro Banca Marche, significa crearla per tutta la Regione Marche, perché enormi sarebbero i vantaggi di questa iniziativa sulle tantissime attività produttive del territorio. Inoltre, assumere giovani del territorio significa radicare oggi ancora di più la Banca, qualsiasi sia l’ipotesi di scenario futuro.

Il Comitato Precari Banca delle Marche propone, dunque, un colloquio di confronto, realizzabile il giorno 12 maggio 2014 alle ore 9 presso il Palazzo delle Marche, sede dell’Assemblea Legislativa, in Piazza Cavour 23, Ancona, prima del Vostro incontro con il Presidente della III Commissione Assembleare Permanente delle Marche già fissato per le ore 10.00.

Fiduciosi nella Vostra attenzione e partecipazione e certi di un positivo riscontro, porgiamo 
distinti saluti.






Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2014 alle 19:07 sul giornale del 09 maggio 2014 - 1418 letture

In questo articolo si parla di sport, banca marche, precari, fondazioni, comitato precari banca marche, richiesta incontro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3OR





logoEV