Bufera Expo 2015, tra le 7 persone arrestate anche Primo Greganti

1' di lettura 09/05/2014 - Expo 2015 nella bufera. Dopo l'inchiesta per la quale è stato arrestato il direttore generale di Infrastrutture lombarde, Antonio Rognoni, giovedì sette persone sono state arrestate.

Tra loro Angelo Paris, direttore della pianificazioni acquisti della Expo, lo jesino Primo Greganti, in passato coinvolto nell'inchiesta Mani Pulite, l'ex parlamentare di Forza Italia, Luigi Grillo, l'ex parlamentare della Democrazia Cristiana, Gianstefano Frigerio. Per loro l’accusa è di turbativa d'asta e corruzione.

Gli inquirenti parlano di una “cupola” che prometteva "avanzamenti di carriera" a manager e pubblici ufficiali grazie a "protezioni politiche".

Il nome di Primo Greganti non è nuovo alla cronaca, perchè negli anni novanta rimase coinvolto nelle inchieste di corruzione dei partiti condotte dalla Procura di Milano. All'epoca Greganti era un collaboratore della segreteria del PCI (diventato poi PDS) e fu Antonio Di Pietro ad accusarlo di aver intascato una tangente di oltre 500 milioni delle vecchie lire. Ne fu ordinato quindi l'arresto nel 1993. Il compagno G., come soprannominato ai tempi dalla stampa, fu scarcerato dopo 3 mesi.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 09-05-2014 alle 13:54 sul giornale del 10 maggio 2014 - 1900 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, arresto, expo 2015, corruzione, cristina carnevali, articolo, turbativa d'asta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Qg





logoEV