Quantcast

Una pista per l'intergrazione, incontro con la campionessa Oxana Corso

2' di lettura 03/06/2014 - L'esperienza dello sport senza barriere raccontata da “Una pista per l’integrazione”, l’incontro con Oxana Corso, la campionessa delle scorse Paralimpiadi di Londra nei 100 e 200 metri, in programma mercoledì 4 giugno alle ore 10 presso il Palazzetto dello Sport “Ezio Triccoli di Jesi”.

L’evento, organizzato dal Comune di Jesi in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini, si tiene nel quadro delle celebrazioni per il riconoscimento di “Jesi Città dello sport 2014”, e vede la partecipazione dell’allenatore nazionale di atletica leggera, Alessio Gianni, e delle onorevoli Laura Coccia (PD), e dell’on. Valentina Vezzali (Scelta Civica).

Oxana Corso a soli 17 anni ha conquistato due medaglie d’argento, nei 100 e 200mt alle paralimpiadi di Londra 2012. E’ nata a San Pietroburgo ma romana d'adozione e dal 2008 ha iniziato ad allenarsi con l'Us Acli "Terzo millennio" di Roma, allenata dal presidente Gianni Alessio. Dal 1 febbraio 2014 è entrata a far parte del nel gruppo sportivo delle Fiamme Gialle; il suo tecnico continuerà ad accompagnarla in questa nuova avventura.

Gianni Alessio è allenatore nazionale di atletica leggera, Formatore nazionale Cip, docente di sport individuali presso il Corso di laurea in scienze motorie presso la facoltà di medicina e chirurgia dell'Università di TorVergata Roma. Alla docenza coniuga l’attività di allenatore e di direttore tecnico dell'a.s.d. Us Acli III Millennio, che si occupa di sport integrato nell'impianto di atletica leggera dell'I.C. Via Laparelli situato nel quartiere di Torpignattara a Roma.

In questo impianto si sono allenate da studentesse e successivamente da atlete, Laura Coccia che oggi siede in parlamento, pluricampionessa italiana e detentrice di numerosi record, e Oxana Corso.

Queste atlete rappresentano la punta dell' iceberg di un movimento che porta ogni giorno più di cento allievi a vivere l'esperienza dello sport senza barriere dove giovani con diverse forme di disabilità, si allenano assieme a compagni normodotati in un ambiente accogliente seguiti con amore e competenza da allenatori specializzati per i processi di sport integrato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2014 alle 18:04 sul giornale del 04 giugno 2014 - 2362 letture

In questo articolo si parla di teatro, attualità, sport, jesi, fondazione pergolesi spontini, integrazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/5df