Montemarciano: M4S, approvato l'atto di indirizzo per la gestione dei rifiuti

Movimento 5 Stelle 3' di lettura 02/07/2014 - Con orgoglio il MoVimento 5 Stelle di Montemarciano annuncia che al termine della seduta del Consiglio Comunale del 30 giugno 2014 è stato approvato l’Atto di Indirizzo sulla gestione dei rifiuti.

Frutto di un’azione diffusa e capillare del M5S, sostenuti da una petizione popolare a favore dell’Atto e consapevoli di quanto questa tematica possa essere fondamentale nella buona gestione amministrativa, l’Atto di Indirizzo impegna l’Amministrazione su punti che riteniamo fondamentali. Da ieri possiamo con tranquillità dire di aver certificato che mai un inceneritore vedrà la luce nel nostre Comune e verrà alimentato dai nostri rifiuti.

E possiamo anche dire di aver indicato la via del riutilizzo, e non del rifiuto, come la via maestra da perseguire. Consci di altre realtà comunali, nelle quali il rifiuto è divenuto una risorsa, il ns Atto di Indirizzo pone così le basi affinché si possano intraprendere percorsi virtuosi, che portino alla creazione di Materie Prime di Seconda Generazione e che vedano quindi un impatto ambientale positivo. Non soltanto l’ambiente, però, potrebbe guadagnare dall’implementazione di una politica di questo tipo. Anche l’occupazione ne potrebbe beneficiare e con il ns Atto abbiamo inteso far sì che il Comune si potesse proporre come sito per il riciclo e la trasformazione. Binomi che andrebbero anche a favorire il bilancio comunale, negli ultimi anni un punto sempre più dolente degli Enti Locali, sia tramite ulteriori risparmi dei costi derivanti dai minori smaltimenti in discarica sia tramite le potenziali entrate che deriverebbero dalla valorizzazione dei semilavorati di risulta. Il M5S di Montemarciano vuole però riconoscere il giusto merito anche agli altri attori di questo passo importante per la difesa degli interessi collettivi.

Tributiamo quindi il nostro grazie all’Amministrazione attuale della lista “Democrazia e Solidarietà” che, avendo già parzialmente in animo di muoversi in questa direzione, ha saputo cogliere l’occasione lasciandosi convincere della bontà di quanto proposto; un naturale ringraziamento particolare va all’Assessore all’Ambiente per essere stato il primo sostenitore della ns proposta. Vogliamo ringraziare anche la lista “Progetto Montemarciano” per aver appoggiato in maniera netta la proposta in Consiglio, portando così il consenso alla stessa fino all’unanimità. Consenso che si è riflesso sull’immediata aggiunta alla nostra proposta, frutto della coesione che siamo riusciti a raggiungere, e ch’è sfociato nella creazione di un “gruppo di studio” interno, a costo zero per le casse comunali, che permetta all’Amministrazione di ricevere i contributi di diversi esperti in materia, molti dei quali già in collaborazione con il M5S anche a livello regionale. Ovviamente questo è solo un primo Atto, ed il M5S continuerà ad essere il propulsore di questa visione affinché una politica ambientale, dai positivi risvolti economici, venga correttamente perseguita a vantaggio della cittadinanza tutta.

Gabriele Gigli
Consigliere Comunale “MoVimento 5 Stelle” Montemarciano






Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2014 alle 15:24 sul giornale del 03 luglio 2014 - 651 letture

In questo articolo si parla di politica, Abruzzo, teramo, Movimento 5 Stelle, tortoreto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6IS


Scusate ma come forza o meglio Movimento nuovo mi sarei aspettato, per come la vedo io, qualcosa di molto più innovativo sulla gestione dei rifiuti.
Intanto penso che gran parte dei Comuni certificherebbero il divieto di realizzare un inceneritore nel proprio territorio.....solito problema di sempre....non nel mio giardino.
Vedete l'inceneritore è facile da vedere e da additare ma forse non vi rendete conto che AVER ATTUATO UN SISTEMA DI RACCOLTA PORTA A PORTA INTEGRALE è come averlo in casa SENZA FILTRI ? Si perchè un inceneritore ha tutte le accortezze del caso e lo puoi controllare mentre lavora, i camion emettono polveri sottili da ogni parte e se dotati di filtro antiparticolato ancor peggio perchè rendono le polveri nanometriche esattamente come l'inceneritore senza Filtro. Pertanto polveri sottili sparse per tutto il territorio in nome dell'AMBIENTE...per cortesia.
Aggiungo inoltre che con questo sistema spendete molto di più di quello che raccogliete se lo vediamo anche dal punto di vista economico.
Mi sarei aspettato molto di più da voi e se volete chiedetemi la soluzione (non sono abituato solo a criticare); lo farò solo se me lo chiedete.

A disposizione

paolofiore




logoEV