x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
articolo

Jesi in rima, dove mettiamo la statua di Federico II?

2' di lettura
2338

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it


federico II

Marinella Cimarelli, attenta alla città ed a tutto ciò che la compone, stavolta tocca un argomento molto dibattuto: la statua di Federico II e la sua discussa ubicazione, attualmente fuori da Porta Bersaglieri, quasi a dare il benvenuto a chi entra nelle mura antiche, ma apparsa agli occhi dei cittadini piuttosto isolata e dimenticata.


L'imponente statua di bronzo alta circa 4 metri, realizzata dall’artista jesino Massimo Ippoliti ma ideata da Benedetto Robazza e Herman Schwahn, poggia su un basamento di marmo e pietre. Una diatriba che dura da quasi 20 anni, se n'è occupata anche VivereJesi 4 anni fa, realizzando anche un sodaggio. Ora Marinella ci regala una rima per stemperare i toni di una diatriba, quasi sopita.. con una proposta.

Trullalléro trullallà senza Jesi 'n se pò stà

è nà bella cittadina

come 'n pupo de vetrina

è 'n gioiello raro e puro

cò l'erbetta sùppe 'l muro

ndò ce cresce i capperetti

e ce giòga i munelletti

Ndò c'è nado Federìgo

l'Imperàtor bello e figo

ché la madre c'el sapéa

e scì al Dòmo non nascéa

se fermava a la Staziò

pò facéa la colaziò

e decisa a fàllo nasce

nvuricchiàdo tra le fasce

se 'l portava a benedì

giù la Chiesa a San Savì

Gloria e Onore a Sua Maestà

tutti 'l vòle gì a guardà

ma siccome è 'n pò niscòsto

tocca a daje n'antro posto!

Quéla Statua 'n pò stà lì

pure scì costa i quadrì

s'ha da mette Alto e Trionfante

dendro 'n loco più importante

El sapede io ndò 'l vedo?

più ce penso e più ce credo...

In fondo al Viale de Trieste

cò lo sfondo del celeste

nostro cielo de città

'l vedo proprio che stà là


Messo al centro bello bello

grande Re col suo mantello

che i turisti cala giù

e se vede proprio a lù

adè fò nà petiziò:

''L vojo giù 'l Viale de la Staziò!"



federico II

Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2014 alle 22:08 sul giornale del 05 luglio 2014 - 2338 letture