Auto travolge uno scooter nel sottopasso di via della Dogana, grave un 44enne

1' di lettura 08/07/2014 - Effettua una manovra vietata e travolge uno scooter che stava transitando in quel momento. L'incidente si è verificato intorno alle 9.30 di martedì mattina all'altezza del sottopasso che da via Costa conduce in via della Darsena, al porto.

A provocare l'incidente, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata la manovra effettuata da una Fiat Panda. L'auto, che proveniva dalla statale, ha svoltato per immettersi nel sottopasso nonostante la manovra fosse vietata come indicato dall'apposita segnaletica. In quel momento dal sottopasso stava uscendo uno scooter con in sella un 44enne.

Un urto violento che ha sbalzato l'uomo a terra. Immediatamente sono scattati i soccorsi ed e' arrivata anche l'eliambulanza. Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri che hanno interdetto il transito per consentire le operazioni di soccorso. I sanitari hanno deciso per il trasporto del 44enne all'ospedale di Senigallia, dal momento che, seppur grave, non era in pericolo di vita.








Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2014 alle 11:00 sul giornale del 09 luglio 2014 - 6491 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, eliambulanza, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6Wx


Purtroppo finche' stavo a Senigallia (e ci giravo solo il finesettimana o il pomeriggio tardi), piu' volte mi e' capitato di vedere fare questo genere di manovra proibita: pericolosa sia per chi arriva dalla SS16, sia per chi sale dalla rampa che per gli incolonnamenti che si generavano in SS16.

angelo pagliarani

08 luglio, 12:50
sono intervenuti anche i carabinieri e .. chi? nelle foto si vedono solo i vigili urbani

La segnaletica c'è ma è insufficiente, si dovrebbe segnalare il percorso per accedere alla zona Porto, prima del fiume.

Purtroppo i furbetti, che pur vedendo il segnale, fanno la manovra, che in questo caso ha provocato l'incedente, sono parecchi. Ci vorrebbe, da parte dei preposti, un bel controllo mirato al fine di togliere a molti quel vizietto. La gente per raggiungere il mare (adesso che il passaggio a livello non c’è più) svolta a sinistra via Dogana Vecchia. (ben sapendo che c'è il cartello che indica direzione obbligatoria dritto) per cui crea disagio alla circolazione in entrambi i sensi, e a chi sale da via Dogana Vecchia.
Nei giorni in cui c'erano i lavori per il marciapiede lungofiume in via Perilli e la stessa via era interdetta la traffico a chi veniva dalla statale, era un continuo svoltare di macchine, e di conseguenza si formava una notevole fila di auto dirette a nord.
In quel punto la carreggiata è stretta per cui è impossibile utilizzare dei "birilli" come quelli utilizzati al Cesano nei pressi del bar Uliassi (sostituiti ora da un cordolo) Per la zona erano (ormai tutto fermo) previsti interventi migliorativi, compresi nei progetti di riqualificazione area Sacelit, ma nell’attesa di cosa ne verrà poi fatto dell’area, secondo me, bisogna risolvere il problema.
Dalle foto inoltre, sembra evidente che ci siano inesattezze su quanto riportato nell’articolo, perché da quel che si percepisce, osservando le foto a corredo dell’articolo, lo scooter è impossibile che stava uscendo dal sottopasso, altrimenti non si sarebbe trovato in quella posizione. Credo invece che lo stesso provenisse da Nord, direzione “Pesaro” e che la Panda gli abbia tagliato la strada, e nell’ultima foto sono stati evidenziati, dei segni di frenata che purtroppo non son bastati ad evitare l’impatto.

Quella salitella io la chiuderei al traffico, ma se è proprio necessaria la trasformerei in senso unico impedendone l'accesso dalla statale anche a chi proviene da nord.

@angelo pagliarani
Si sono intervenuti anche i carabinieri, e si vede nella seconda foto un carabinere che regola il passaggio delle macchine sulla corsia opposta.

Comunque, probabilmente non sarà questo il caso, gli scooteristi in genere sono molto pericolosi, sia per loro che per gli altri, non conoscono l'uso della manopola dell'acceleratore, bisogna spiegargli che si può dosare l'erogazione del carburante, non come fanno loro che la manetta è sempre aperta al massimo, inoltre le corsie servono per delimitare le carreggiate, non è che perché viaggi in scooter allora puoi costantemente sorpassare contromano o addirittura a destra. Scooteristi, inesperti motociclisti mancati.

io vivo dentro a quell'incrocio, confermo che la svolta a sinistra vietata la fanno tutti anche chi dovrebbe dare il buon esempio non so se mi spiego... o si crea una barriera come al Cesano o aspettiamo il prossimo incidente

E poi la patente andrebbe ritirata d'ufficio raggiunti gli 80 anni di età.
A 18 prendi la patente, a 80 restituisci la patente, per quanto tu stia bene, a 80 anni suonati hai i riflessi di un bradipo (senza offesa per il bradipo).

Credo che il Signor Eneabartolini farebbe bene a risparmiarci questi commenti superficiali e pieni di luoghi comuni. Piuttosto, se mettessimo un vigile con il preciso compito di elevare multe ai trasgressori (e magari anche in Via Cellini-zona Eurospin) potremmo dare un contributo importante alla sicurezza stradale. Io sono uno scooterista (mai multato, mai un incidente nonostante decine di migliaia di km in Italia e all'estero) che proprio a causa di questo tipo di trasgressione ha corso piu' di un rischio. Se il dirigente della Polizia Municipale provvedesse, molti gliene sarebbero grati. Credo si debba applicare la tolleranza zero almeno per tale genere di trasgressioni.




logoEV