contatori statistiche

x

Monte S. Vito: lista civica Amo il mio Paese, 'Giù le mani dal Distretto Sanitario!'

3' di lettura 11/07/2014 - La lista civica “Amo il mio paese” è già al lavoro attivamente per la comunità monsanvitese e nei giorni scorsi, venuta a conoscenza del pericolo reale di ridimensionamento del Distretto Sanitario di Monte San Vito, ha prontamente allertato il Sindaco affinchè la stessa si adoperasse nei modi e nei termini che più ritiene opportuni per scongiurare qualsiasi tipo di riduzione o depauperamento del nostro Presidio sanitario locale.


Siamo venuti a conoscenza infatti che il nostro Distretto sarebbe rimasto chiuso per ben 2 giorni a settimana a partire dal 23 Giugno, chiusura che avrebbe fatto perdere appunto alcuni servizi fondamentali e che da anni, sono fiore all'occhiello della nostra struttura nonché sinonimo dell'efficienza delle prestazioni che vengono all'interno di essa effettuate.

La riduzione degli orari inoltre, non concertata né comunicata alle istituzioni locali, avrebbe altresì cancellato le prestazioni di terapia iniettiva sino ad oggi erogate alla popolazione, nonché avrebbe ridotto sensibilmente il servizio di prelievi ematici, cagionando ritardi nelle risposte dei referti ad essi conseguenti.

A seguito di tale grave situazione, è stata dapprima redatta una missiva da parte del Sindaco e successivamente si è tenuto un incontro con il Direttore del Distretto nr.7 di Ancona, durante il quale la situazione sembra essere tornata alla normalità ed il pericolo che temevamo sembra anch'esso scongiurato. Sono state quindi eccepite tutte le richieste di mantenimento del servizio e le necessità del territorio, nonché il riconoscimento appunto dell'importanza che il nostro Presidio ricopre per la zona.

Siamo consapevoli, purtroppo, che il nostro Distretto Sanitario è elemento interessato dalla riorganizzazione sanitaria che ha già colpito alcuni Ospedali (vedasi Chiaravalle) e che adesso si sta preoccupantemente dirigendo verso le strutture periferiche. Una probabile riduzione del servizio, non concertata con le istituzioni del territorio, sarebbe stata l'anticamera della soppressione definitiva del nostro Distretto cosa che assolutamente vogliamo evitare e che cercheremo di fare mantenendo il Presidio inalterato, attraverso tutte le modalità ed i mezzi opportuni così come ci siamo impegnati a fare nel nostro programma elettorale.

Assordante invece è il silenzio che proviene da un'altra struttura, anch'essa punto nodale del nostro (ma non solo) programma elettorale: l'Ospedale “Montessori” di Chiaravalle. Nei giorni scorsi addirittura la notizia della soppressione del laboratorio analisi per far posto ad un semplice punto prelievi.

Un silenzio che ci preoccupa ed il cui unico conforto proviene dal rinvio a data da destinarsi del terzo step di riconversione, che sarebbe significato l'addio definitivo alla struttura ospedaliera. L'importanza di intervenire tempestivamente ed in maniera unita e compatta senza battaglie di campanile (come nel caso del Distretto) ha prodotto i suoi risultati.

Questo è il modello di politica che intendiamo portare avanti ed è quello in cui crediamo fortemente, come mezzo per apportare un concreto benessere alla comunità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2014 alle 16:50 sul giornale del 12 luglio 2014 - 1136 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, monte san vito, thomas cillo, distretto sanitario, amo il mio paese, lista civica amo il mio paese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/67s





logoEV
logoEV