x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
articolo

Quanta pioggia..a Jesi in rima

1' di lettura
3197

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it


La condizioni meteorologiche di questa estate, con tante precipitazioni e poco sole, non potevano non ispirare la vena poetica di Marinella Cimarelli. Una proposta per trascorrere il tempo libero e le vacanze? Ecco la risposta su Jesi in rima.





NON ME Dì DE CHE PiòE

Non didéme che piòe,
è sempre la stessa sòlfa,
a me ntél gargamèllo
da magnà me se ngòlfa....

Durante tutto st'anno
n'ha fatto che tronà
semo rivàdi a luglio
ancò je dà giù a paccà....

Ha straripàdo i fiumi,
ha grandinàdo a campi,
avrà distrutto 'l grà,
beado sci te la scampi!

Ma digo tutta s'acqua
non podéa gìlla a fà
ntél centro del NordAfrica?

Nvece che strabordà
sopra le zòcche nostre,
ch'è tanto ndàcquarìde...

Certo quessa col tempo,
pare una de quéle sfide
persa à la prima mossa,
nà condizione fatale,
pé sapé i danni c'ha fatto
basta sentì 'l Telegiornale!

Pregamo a San Teodoro,
protettore del tempo,
ce dacèsse nò sguardo
che chì' è tutto 'n lamento!

Le spiagge senza turisti,
i munelli che non pò giogà,
annullàdi tutti i visti
pé gì all'estero a sgarzellà...

Insomma a corti discorsi
sarìa ora de fàlla finìda,
ve consijo de gì giù casa
e consultà nà guida
pé visidà i Musei,
e qualche Galleria.

Armàneremo in città,
in fondo, que vòi che sia?



Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2014 alle 15:34 sul giornale del 23 luglio 2014 - 3197 letture