Quantcast

Jesiamo: 'A proposito di teatrini e burattinai'

Logo Jesiamo 1' di lettura 01/08/2014 - Il Movimento 5 Stelle, da esperto tuttologo, continua con l'indisponente atteggiamento di chi sale in cattedra ad impartire lezioni a destra e manca.


Ultima “lectio magistralis” in ordine di tempo, quella che i 5 Stelli definiscono il “teatrino della viabilità”, infarcito come sempre da presupposti zeppi di demagogia. Dimenticando che, se di “teatrino” vogliono parlare, debbono prendersela prima di tutto con il loro “burattinaio”: e già, perché il Movimento 5 Stelle sa bene di avere avuto la straordinaria opportunità di poter entrare in questa maggioranza e concorrere, con le proprie idee e le proprie proposte, a governare Jesi, a ridarle slancio, ed avviare una nuova fase di amministrazione della città.
Ha scelto di non farlo, di non assumersi responsabilità di governo cittadino, forse perché difficile prendersele, forse perché più utile parlare solo di “teatrini”, forse perché più facile limitarsi a parlare ed a criticare, e forse anche non per una libera scelta, in quanto, come da loro stessi ammesso, praticamente “obbligati” in questo dal “burattinaio” di Genova, che considera troppo spesso i suoi eletti come “pedine” da muovere a suo piacimento.
E, con il massimo rispetto, da chi si fa manovrare o da chi accetta di prendere ordini in questo modo, quasi etero diretti, si fa fatica ad accettare lezioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2014 alle 21:40 sul giornale del 02 agosto 2014 - 1782 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, Jesiamo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/75Z





logoEV