Quantcast

A 6 anni dal nuovo PRG, parte il primo piano di edilizia privata

Edilizia, urbanistica, progettazione, progetto 2' di lettura 04/08/2014 - Per la prima volta dall'approvazione del nuovo Piano regolatore, avvenuta nel lontano 2008, parte ufficialmente una lottizzazione residenziale privata. Un segnale importante ed incoraggiante per l'edilizia alla prese con una dura crisi, reso possibile anche dalle scelte dell'Amministrazione comunale di favorire e stimolare interventi di questo genere.


Il piano attuativo adottato dalla Giunta nella sua ultima seduta riguarda l'area compresa tra via Togliatti - via Agraria (lato Murri) che nel Piano regolatore è prevista a completamento residenziale della zona sopra il vecchio ospedale. Qui, su iniziativa privata, nasceranno 15 villette unifamiliari e 10/12 appartamenti in edilizia residenziale sociale, di cui circa la metà resteranno di proprietà del Comune.

L'area verde sarà di 2.400 metri quadrati, progettata con schermature per soleggiamento e venti ed interventi di sostenibilità edilizia, mentre è prevista la cessione di 16 mila metri quadrati (circa un ettaro e mezzo) in capo al Comune per l'ampliamento del parco Murri.

“Il fatto che si sia dovuti attendere 6 anni per vedere una nuova lottizzazione - sottolineano il sindaco Massimo Bacci e l'assessore all'urbanistica Mario Bucci - dà la dimensione delle difficoltà che si erano registrate. Fin dall'insediamento di questa Amministrazione, si era preso atto che, oltre alla crisi, a determinare un freno all'attuazione del Piano regolatore vi fossero limiti che abbiamo contribuito a rimuovere, anche con un confronto continuo con i professionisti ed i proprietari. È questo un primo intervento che riteniamo giusto valorizzare perché ci auguriamo sia l'indicatore di una inversione di tendenza. Di certo vogliamo portare in Consiglio comunale, preceduto da un incontro con i proprietari, anche il frazionamento dell'area Appennini-Piccitù che permetterà di sbloccare altre lottizzazioni. Interventi questi che sono importanti non solo per il settore edile, ma anche per l'Amministrazione comunale stessa, visto che proprio gli oneri di urbanizzazione a seguito di interventi edilizi rappresentano la voce principale di finanziamento delle opere pubbliche nella nostra città”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2014 alle 12:55 sul giornale del 05 agosto 2014 - 2737 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, via murri, via agraria, edilizia privata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/70k





logoEV
logoEV