Quantcast

Monte S. Vito: Sassi (Fli), 'Basta superficiliatà ed incuria, il comune faccia pagare chi non rispetta le regole'

Futuro e libertà| 2' di lettura 05/08/2014 - Il 7 aprile scorso si e’ discussa un’ interrogazione, n. 20 prot.2368/2014, da me presentata, dove si chiedevano notizie sui danni e i provvedimenti presi in merito agli eventi atmosferici del 4 e 5 marzo che avevano portato danni e disagi in molta parte del territorio comunale.

L’obiettivo, oltre ad analizzare le zone effettivamente colpite dalle copiose piogge, tendeva a capire se c’era stata l’applicazione del regolamento comunale che prevedeva controlli, in particolare nelle strade di campagna, dove l’incuria di molti aveva provocato l’intasamento dei fossi che non aveva consentito il deflusso regolare delle acque piovane.

Dalla risposta ricevuta si e’ appreso che era stata data ampia comunicazione ed erano stati fatti adeguati sopralluoghi e che erano state applicate diverse sanzioni amministrative ai trasgressori. Il tutto non aveva potuto evitare un costo per il ripristino della viabilita’ di 13.000,00 euro.

Il 29 e 30 luglio purtroppo abbiamo subito un nuovo e probabilmente piu’ abbondante nubifragio che ha provocato ancora piu’ danni e che addirittura nel centro del paese ha provocato una frana sotterranea con conseguente apertura di una voragine che solo per miracolo non ha provocato vittime, le strade di campagna trasformate in torrenti e i locali sotterranei, garage e cantine allagate.

Credo che a questo punto l’amministrazione abbia l’obbligo di accertare le responsabilita’ e addebitare i costi sostenuti a chi con superficialita’ non ha tenuto conto dei regolamenti esistenti, verificare se da parte degli organismi competenti ci sia stata o no il dovuto controllo, di verificare se il sistema di raccolta delle acque in prossimita’ dei locali sotterranei sia stato correttamente valutato con l’ installazione di tubi e grate adeguate e soprattutto crediamo fondamentale eseguire un controllo del sottosuolo del centro del paese che notoriamente e’ ricco di grotte e tunnel al fine di garantire la sicurezza dei cittadini e degli immobili.

Ci eravamo gia’ espressi insoddisfatti della risposta data ad aprile e ancor di piu’ oggi crediamo che non tutto sia stato fatto nel modo migliore ma intanto tanti cittadini hanno avuto danni notevoli e come si dice, oltre al danno anche la beffa perche’ con i loro soldi dovranno provvedere al ripristino dei danni.


da Giorgio Sassi
ex consigliere comunale Fli





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2014 alle 19:15 sul giornale del 06 agosto 2014 - 1149 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, Futuro e libertà, fli, Giorgio Sassi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/8eR





logoEV