Castelleone: la maggioranza risponde a Paese Verde sulla riconferma del Segretario Comunale

castelleone di suasa 4' di lettura 08/08/2014 - “Come dichiarato da Guerra in un suo precedente comunicato stampa, compito della Minoranza era di far notare ciò che non andava bene; in più occasioni è stato contestato l’operato della precedente Amministrazione; mai, e ribadisco, mai è stata messa in dubbio la professionalità; sempre è stata riconosciuta stima alla dott.ssa Ridolfi, stima più volte manifestata, sia in Consiglio Comunale, sia all’interno del proprio ufficio, avendo con la dott.ssa sempre un confronto civile ed educato basato sul rispetto della persona e della carica da lei rivestita.

Ripeto, gli scontri sono sempre avvenuti con la passata Amministrazione e mai con la dott.ssa. Non trovo motivo di scuse anche perché credo che la stima che noi abbiamo nei confronti del Segretario Comunale sia ribadita, giorno per giorno, dal 26 maggio 2014. La prossima volta che vengano fatte tali accuse vorrei fosse portato un documento scritto che attesti questo e, nei miei confronti, ne chiedo io le scuse.”Questo è quanto dichiarato dal consigliere Mandolini nel Consiglio Comunale del 26 luglio scorso, in risposta alla dichiarazione del consigliere Guerra sulla conferma della dott.ssa Ridolfi come Segretario del Comune di Castelleone di Suasa.

L’intera maggioranza consiliare, sottoscrivendo per intero le parole di Mandolini, ci tiene, però, a fare alcune ulteriori considerazioni.

Innanzitutto “chi prima era in minoranza”, ed ora amministra (e non governa) questo Comune, nei confronti della dott.ssa Ridolfi si è sempre espresso semplicemente per sollecitare la consegna alla minoranza dei documenti relativi ai Consigli Comunali, per verificare il rispetto dello statuto e del regolamento comunali, e per richiedere integrazioni o modifiche dei verbali, come diritto di ogni consigliere; non per sfiducia o disistima nei confronti della dott.ssa Ridolfi ma perché naturalmente è praticamente impossibile verbalizzare l’intera seduta consiliare e quindi si procede per stralci, ma a volte si ritiene che non siano stati riportati o, che siano sostanzialmente diversi, dei passaggi ritenuti fondamentali.

Infatti negli anni passati avevamo suggerito e caldeggiato l’acquisto di un registratore ad uso esclusivo e personale del Segretario Comunale, proprio perché fosse di ausilio alla dott.ssa nella stesura dei verbali e fosse comunque a sua disposizione una registrazione da verificare in caso di contestazioni; lo stesso sindaco Biagetti aveva inizialmente ritenuto valida questa proposta che poi però nel tempo non è mai stata attuata.

D’altronde lo stesso consigliere Guerra, che tanto ci attacca per presunte critiche alla dott.ssa Ridolfi, proprio al primo punto all’O.d.G. del Consiglio Comunale, ha ritenuto che i verbali della seduta precedente non riportassero fedelmente le sue parole e ha presentato una dichiarazione di voto che, tra l’altro, riguarda un punto all’O.d.g., la consegna della Costituzione Italiana ai neodiciottenni, dove non erano nemmeno previsti interventi, e che oltretutto non ci sembra corrispondere a quanto da lui dichiarato in sede di Consiglio ma essere invece il comunicato stampa pubblicato nei giorni successivi.

Inoltre vogliamo ribadire che il dialogo e il confronto con il Segretario Comunale, così come con ogni dipendente comunale, siano sempre stati basati sul rispetto e sulla stima personale e professionale, e siamo assolutamente convinti che la dott.ssa Ridolfi possa confermare ciò che affermiamo; avremmo gradito molto sentire direttamente la sua opinione in Consiglio Comunale, se non fosse che la minoranza, con una mossa molto abile, ha preferito non fare alcun intervento ma passare direttamente alla dichiarazione di voto, in modo da impedire che chiunque intervenisse se non con un’altra dichiarazione; se il consigliere Guerra fosse stato realmente convinto delle sue dichiarazioni, non avrebbe avuto alcun timore di aprire una discussione in merito con la maggioranza e, soprattutto, con la diretta interessata.

Infine, per tranquillizzare il consigliere Guerra, possiamo affermare che la nomina della dott.ssa Ridolfi è giunta a pochi giorni dall’insediamento, pur avendo, il Sindaco, tempo fino a centoventi giorni come previsto dall’art. 99 del D.Lvo 267/2000, quindi, ennesima dimostrazione della fiducia espressa al Segretario Comunale.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2014 alle 22:53 sul giornale del 09 agosto 2014 - 820 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, politica, comune di castelleone di suasa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8oh





logoEV