Quantcast

Chiaravalle: Gruppo consiliare Apertamente, 'Fintecna, Sic1 e tutela del territorio: ma chi deve decidere?'

Apertamente Associazione politico culturale 3' di lettura 15/08/2014 - Negli ultimi mesi sono stati posti all'attenzione del sindaco tre questioni di grande importanza per la nostra città.


1) AREA FINTECNA
Si tratta di tutta la zona ex Cral (adiacente alla piazza della Chiesa), comprendente anche il bocciodromo. Su quest'area sono stati presentati due progetti da parte della proprietà; il primo è stato bocciato, il secondo non è stato ancora oggetto di "formale decisione", in quanto il sindaco Costantini ha preferito interpellare all'ultimo momento la Sovrintendenza dei Beni Culturali.
Ora il punto è questo: su quest'area non abbiamo ancora capito il sindaco che cosa intenda fare. In consiglio comunale Costantini ha dichiarato di volerla riacquistare, ma i soldi non ci sono; alla stampa ha riferito di non voler far eseguire progetti da parte dei privati che possano avere un forte impatto urbanistico.
Quindi, non sapendo come decidere, il sindaco ha ben pensato di passare la palla alla Sovrintendenza e, quindi, di liberarsi del problema. Questo però non significa governare; questo non significa assumersi le responsabilità per il ruolo ricoperto di primo cittadino; questo non significa dare risposte concrete ai cittadini. Troppo facile far decidere agli altri; e per quanto tempo dovremo ancora aspettare le decisioni della Sovrintendenza? E che cosa succederà in seguito? Non era forse più vantaggioso per la cittadinanza cercare di trovare una soluzione con la proprietà dell'area? Le precedenti amministrazioni nulla hanno fatto per poter acquisire l'area Fintecna, tant'è che la giunta Montali si è fatta sfuggire una ghiotta occasione in passato.
Ed ora che cosa fa il sindaco Costantini? Nulla, nulla per poter gestire quest'area in maniera diversa da come è stato fatto in passato.

2) SIC1
La SIC1 è stata dichiarata fallita. Abbiamo chiesto al sindaco in più occasioni di convocare un'assemblea pubblica per spiegare alla cittadinanza come sia stato possibile che una società costituita con soldi pubblici abbia maturato nel giro di pochi anni oltre 5 milioni di euro di debiti, lasciando tra l'altro a casa dei lavoratori senza stipendi, ed avendo di fatto fallito ogni obiettivo. E come risolve il problema il sindaco? Facile, sulla base di una recente normativa il Comune si libera delle ultime quote societarie e così il sindaco e la sua giunta si disinteressano del problema, lasciando decidere ad altri.

3) TUTELA DEL TERRITORIO
A seguito degli allagamenti che si sono succeduti negli ultimi mesi nel territorio comunale, abbiamo presentato un'interrogazione per conoscere se il sindaco abbia avuto dei contatti con l'Autorità di Bacino Regionale per verificare l'idoneità dell'attuale piano di assetto Idrogeologico del nostro comune. Che cosa ha fatto il sindaco? Nulla, avendo risposto in Consiglio Comunale che non è sua competenza contattare l'Autorità di Bacino Regionale, ma che è lo stesso ente che deve verificare se sul nostro territorio sia necessario rivedere il piano di assetto idrogeologico, con adozione di diverse ed ulteriori misure per la sicurezza. Come dire, il problema non è il mio, ma è il vostro (sic!!!).
A questo punto ci chiediamo: come mai questioni così importanti non sono state trattate anche mediante assemblee pubbliche (come prevede a caratteri cubitali il programma della lista Chiaravalle Bene Comune)?
E qual'è il Suo ruolo Sindaco Costantini (e quali sono i Suoi progetti politici), visto e considerato che è Sua abitudine attendere che siano gli altri a decidere per Lei?


da Gruppo Consiliare Apertamente
lista civica - Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-08-2014 alle 20:07 sul giornale del 16 agosto 2014 - 1182 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, politica, sic1, Gruppo Consiliare, Lista civica Apertamente, tutela del territorio, area fintecna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/8AZ





logoEV