Quantcast

Basket: Fileni BPA, a tu per tu con Federico 'Figo' Manzotti

Federico Manzotti 3' di lettura 16/08/2014 - La redazione di Vivere Jesi riceve e pubblica una intervista al direttore sportivo realizzata dall'ufficio stampa della Fileni BPA, Federico Manzotti.



Federico, con gli ultimi arrivi possiamo dire che la squadra è al completo?
"Sì, la costruzione dell’ossatura della squadra è terminata. Manca un ultimo tassello, il quarto lungo, sul quale però siamo a buon punto".

Come giudichi la costruzione della squadra?
"La squadra è stata fatta secondo l’idea che aveva il coach Maurizio Lasi e tutto lo staff tecnico. Possiamo dirci soddisfatti perché abbiamo preso tutti i giocatori che volevamo, sempre con un occhio al budget che avevamo a disposizione. Ora soltanto i risultati potranno confermarci se abbiamo operato bene sul mercato".

Quanto incideranno i giocatori confermati e quanto saranno importanti nel formare il gruppo?
"Sono sicuro che potranno incidere molto perché sono atleti che si conoscono già; inoltre alcuni di loro giocano insieme ormai da tempo e sanno come mettersi a vicenda nelle migliori condizioni per rendere al massimo. Saranno inoltre fondamentali nel costruire il Gruppo e nell’agevolare l’inserimento dei nuovi".

Quale sarà l’impatto dei due nuovi USA?
"I due USA potranno avere certamente un ottimo impatto. Elliott è un giocatore ormai esperto di campionati europei, in più la scorsa stagione ha già preso contatto con la Lega Italiana. È un elemento molto duttile ed è in grado di ricoprire più ruoli, dimostrando in tutte queste annate di essere un ottimo giocatore di complemento. Ian Miller invece è un giovane di grande talento ma è alla prima esperienza europea: avrà bisogno di tempo per capire il gioco. Potrà esserci qualche problema iniziale di adattamento ma sono sicuro che con il suo notevole talento saprà diventare un elemento importante di questa squadra".

E la componente giovanile?
"La componente giovanile sarà importante. Tutti questi ragazzi sono stati voluti da coach Lasi il quale ha avuto modo di conoscerli bene nelle sue esperienze con le Nazionali Under italiane. Sono ragazzi molto giovani ma sono tutti degli ottimi prospetti, si dovrà solo pazientare e aspettare la loro esplosione e maturazione, avendo tutti le caratteristiche adatte per farlo".

Come sta Mason Rocca?
"La situazione di Mason Rocca è da monitorare costantemente. Per il 1 settembre è previsto l’intervento alla caviglia, dopodiché ci sarà un lungo periodo di recupero e riabilitazione. Mason è un giocatore di grande valore e monitoreremo la situazione periodo per periodo valutando le condizioni insieme a tutto lo staff medico della Società".

Nelle prossime settimane le squadre si raduneranno: si può già fare una previsione sul campionato?
"In questo momento non mi sento ancora in grado di fare delle previsioni o dare dei giudizi sulle squadre. Molti roster ancora non sono al completo e, anche quando lo saranno, ci vorranno almeno un paio di mesi per stabilire i reali equilibri del campionato. Di certo c’è solo che la Seconda Lega è sempre stata bellissima ed imprevedibile e così sarà anche quest’anno. Come riprova basta pensare alla sorpresa della scorsa stagione quando Trento, seppur considerata una squadra di prima fascia, non era la più accreditata alla promozione, eppure tutti sanno com’è andata a finire".

Infine, a prescindere dalle previsioni, che promessa ti senti di fare su questa squadra?
"Io sono sempre ottimista. Spero che questa squadra possa far divertire e dare delle soddisfazioni; di sicuro posso promettere che tutti quanti metteremo sempre il massimo impegno per raggiungere il nostro obiettivo principale, il mantenimento della categoria, che, in un momento economicamente così delicato per tutti, sarebbe un gran risultato per Jesi".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-08-2014 alle 17:13 sul giornale del 18 agosto 2014 - 1823 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, jesi, aurora basket jesi, federico manzotti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/8Cf





logoEV