Stagione turistica, Canestrari (Gruppo Misto): 'Manca progettualità, organizzazione e coordinamento'

Alan Canestari 4' di lettura 25/08/2014 - “Come ha consigliato il Sindaco Mangialardi, ci siamo confrontati, quasi giornalmente, con gli operatori del settore ed il risultato sono state delle interminabili lamentele, dei drammatici sfoghi da parte di quegli imprenditori che, oltre a dover sopportare il peso di una crisi ormai troppo ‘pesante ed incisiva’ per considerarsi finita, hanno dovuto lottare anche contro una mancanza di capacità, da parte di questa Amministrazione, di promuove ed investire seriamente nel cosiddetto “Main Sector” per Senigallia, il turismo estivo.”

Inizia così una nota di Alan Canestrari, consigliere comunale del Gruppo Misto, a proposito del dibattito, che si è aperto sugli obiettivi e sulla programmazione turistica della città di Senigallia.

“Come è noto già a molti – afferma il consigliere Canestrari - a parte la settimana del Summer Jamboree, che a portato molti visitatori (i numeri sono noti a tutti) e lavoro a tutte le attività ricettive della città, e che per qualcuno forse è stata un’ancora di salvataggio di una stagione deludente, le restanti 11 settimane sono state veramente una desolazione.”

“Non dobbiamo dimenticare – continua ancora Canestrari nella sua nota alla stampa – che il Festival del Rock è una manifestazione privata dove il Comune dà il suo patrocinio ed un contributo economico, ma sono anche tanti i privati che lo finanziano. Questa è l’unica manifestazione dove il partenariato pubblico-privato ha ottenuto ottimi risultati. Per quale motivo non osare di più con azioni simili per altre manifestazioni, unendo sinergie tra pubblico e privato?”.

“Vogliamo parlare degli altri eventi? - continua il Consigliere. “Il Caterraduno 2014? Non entro in merito alla bontà della trasmissione radiofonica, ma solo – continua ancora Canestrari - per ciò che significa per Senigallia in termini di promozione e di ricettività turistica. Quest’anno ha dato troppo poco, piazze deserte e concerti semi-vuoti. Forse perché è un palinsesto passato di moda? Forse anche la Rai ci investe poco? Facciamoci qualche domanda e qualche riflessione.”

“Le mostre? La Mostra ‘La Grazia e La Luce’ è un’ottima iniziativa culturale, ma forse – afferma il consigliere Canestrari - sono stati sbagliati i tempi. Credo che i periodi autunnale e primaverile sarebbero stati più consoni per l’inaugurazione e l’affluenza e più favorevoli a sviluppare un turismo sostenibile tutto l’anno. Vogliamo parlare della Fiera Campionaria? Basti, credo, andare in giro tra gli stands e le risposte arrivano da sole. La serata dedicata allo spettacolo pirotecnico? Alle 23,30 il Lungomare è rimasto deserto; dopo i fuochi il nulla!”.

“Quali vantaggi hanno gli operati turistici con questi eventi di fine Agosto – si chiede il consigliere Canestrari - considerato che abbiamo turisti pendolari dell’entroterra? Per non parlare, poi, della disorganizzazione globale della macchina comunale: raccolta differenziata dei rifiuti effettuata, ad esempio, in tarda mattinata con un lungomare ed un centro storico pieno di rifiuti e di sgradevoli odori fino all’intervento degli operatori ecologici.”

“L’alluvione - continua Canestrari – è stata un handicap all’inizio di stagione, ma gli eventi estivi avrebbero dovuto essere già stati programmati con largo anticipo (e a prescindere dall’evento che ha colpito Senigallia) e non improvvisati all’ultimo momento per far fronte alla stagione turistica.

Ecco perché una figura come l’Assessore al Turismo degno di tal nome ed uno staff preparato e perché no, fuori dalla politica, sono fondamentali per creare, inventare, proporre formule nuove, innovative e vincenti per tutta la comunità senigalliese. Non voglio far polemica sulle risorse investite in questo settore strategico per la città solamente perché spero che vengano in futuro investite sempre più risorse nel nostro turismo da reperire fra pubblico e privato, senza celarsi dietro il “patto di stabilita” o “il governo ci ha tolto i trasferimenti”! Io vorrei guardare il risultato: un maggior costo deve sempre far ottenere maggiori risultati per tutti.”

“Il problema oggi – conclude Canestrari - è già la prossima stagione 2015, che non deve assolutamente essere simile a quella che ci lasciamo alle spalle, a prescindere dall’alluvione. A Senigallia manca semplicemente progettualità, organizzazione e coordinamento da parte della Giunta Mangilardi; la ‘macchina organizzatrice’ della prossima stagione dovrebbe essere già partita; invece, viste le imminenti elezioni amministrative, con le loro incertezze, tutto tace. E’ già partito il “walzer” delle ‘promesse e/o cambiali elettorali’, e durante tutto l’inverno gli operatori si vedranno circondare da programmi elettorali “impossibili”da mantenere!

Dal mio modesto punto di vista, preferirei vedere la mia Senigallia invasa tutta l’anno da turismo e cultura, come è successo nella settimana del “Rock and Roll”.


da Alan Canestrari
consigliere comunale Gruppo Misto





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2014 alle 19:35 sul giornale del 26 agosto 2014 - 923 letture

In questo articolo si parla di politica, alan canestrari, fli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8Ul





logoEV