Quantcast

Chiaravalle: al via l' "operazione fiume"

Fiume Esino 4' di lettura 10/10/2014 - Il Comune di Chiaravalle e Legambiente Marche, in collaborazione con il circolo “Martin Pescatore” di Falconara Marittima, la direzione della Riserva Naturale “Ripa Bianca”, l’Osservatorio sui Minori, gli Istituti Comprensivi “Maria Montessori” e “Rita Levi Montalcini”, l’Asilo Nido “Montessori”, il gruppo Bicipiù - FIAB e la Consulta Comunale dei Giovani, promuovono “Operazione Fiume”.

Il progetto rientra nell’ambito del ricco cartellone “No Impact Day - Autunno a impatto zero”, organizzato dal Comune di Chiaravalle e articolato in una serie di appuntamenti dal 10 ottobre al 6 novembre. “Operazione fiume” si presenta come un’iniziativa che prende ispirazione sia dalla storica campagna nazionale di Legambiente al fine del monitoraggio, della prevenzione e dell’informazione per il contenimento del rischio idrogeologico, sia dal progetto “L’Esino visto da vicino” svolto nell’anno 2012/2013 dall’Istituto Comprensivo “Maria Montessori” di Chiaravalle. La realizzazione di questa iniziativa nasce tanto dal desiderio di favorire la partecipazione di una comunità che possa dare un contributo alla cura del proprio territorio, quanto dalla volontà di promuovere il cambiamento attraverso la lotta agli scempi e agli abusi sull’ambiente. Inoltre, nel corso degli anni, l’Amministrazione Comunale ha dimostrato una grande attenzione nei confronti dell’habitat fluviale presente nel territorio chiaravallese anche attraverso la realizzazione di una porzione di pista ciclabile lungo l’argine dell’Esino: in questo modo la vecchia ciclovia, che dalla foce conduceva alla Manifattura Tabacchi, si è arricchita di un nuovo segmento che da Chiaravalle si inoltra verso la zona di confine con il Comune di Jesi. Ciò ha offerto alla cittadinanza il privilegio di visitare un luogo prima inaccessibile ma molto affascinante e interessante dal punto di vista paesaggistico, storico e scientifico. Il progetto ha permesso agli alunni di osservare direttamente, secondo la prospettiva montessoriana, l’ecosistema fluviale negli aspetti faunistici, botanici, storici e culturali, e di approfondire il legame con il territorio in cui vivono attraverso una metodologia attiva, che li renda protagonisti del loro apprendimento. Inoltre, grazie alla collaborazione di Legambiente con l’Amministrazione Comunale, al termine del percorso gli alunni chiaravallesi si confronteranno sul tema del fiume con gli alunni di Montecarotto, la cui visita ad un affluente dell’Esino che attraversa questo Comune ha dato avvio al progetto; e il gemellaggio tra le due scolaresche e tra le due municipalità costituirà un’importante tappa nell’ambito dell’iniziativa “Piccola Grande Italia” per la tutela dei piccoli Comuni. Programma Venerdì 10 ottobre alle ore 17 presso il Teatro Comunale di Chiaravalle si svolgerà un mini convegno di presentazione del lavoro di ricerca svolto durante l’anno scolastico dagli alunni degli Istituti Comprensivi, i quali si sono occupati di analizzare il fiume in tutti i suoi aspetti. L’analisi è stata effettuata non solo sulla flora e sulla fauna presenti nell’area ma anche sulla qualità delle acque e sul tema del rischio idrogeologico, a cui si è aggiunta una ricerca di impronta storica su come il fiume ha contribuito a caratterizzare la città di Chiaravalle. I rappresentanti di Legambiente e le autorità presenti saranno inoltre invitati a rispondere alle domande preparate dai ragazzi delle scuole. Venerdì 10 ottobre alle ore 18.30 presso il Centro Culturale CRAL si terrà l’inaugurazione della mostra “L’Esino visto a vicino” a cura degli alunni degli Istituti Comprensivi “Maria Montessori” e “Maria Levi Montalcini” e dell’Asilo Nido “Montessori”; mostra che potrà essere visitata fino a domenica 19 ottobre. Sabato 11 ottobre alle ore 9.00 presso la pista ciclabile lungo la sponda sinistra del fiume Esino si svolgerà “Puliamo il mondo”, la storica campagna di Legambiente contro l’abbandono dei rifiuti e per la valorizzazione del territorio. Saranno coinvolti nella pulizia dell’argine del fiume circa 120 studenti delle classi prime della scuola secondaria di I grado “Rita Levi Montalcini” e i cittadini presenti all’iniziativa. Giovedì 16 ottobre alle ore 10 presso le Salette Giacconi si terrà il tavolo tecnico “Verso un contratto di fiume per l'Esino”, in cui verrà presentato un manifesto di intenti in presenza degli esperti, delle istituzioni e delle associazioni interessate alla gestione del fiume. Saranno presenti all’incontro Massimo Bastiani (coordinatore del tavolo nazionale dei contratti di fiume) e Giorgio Zampetti (responsabile scientifico nazionale di Legambiente). Venerdì 17 ottobre alle ore 14.45 presso la mensa scolastica dell’Istituto Comprensivo “Maria Montessori”, l’Amministrazione Comunale, Legambiente Marche e la Riserva Naturale “Ripa Bianca” saranno coinvolti in un nuovo incontro con gli alunni degli Istituti Comprensivi per illustrare loro ciò che è stato deciso durante il tavolo tecnico. Infine domenica 26 ottobre dalle ore 9.00 alle 12.00 il corso dell’Esino sarà lo scenario de “L’infinito pedalare”, una pedalata ecologica che partirà dal Parco del Cormorano di Falconara Marittima, si snoderà lungo l’argine sinistro del fiume fino alle porte di Jesi per poi tornare in Piazza Risorgimento a Chiaravalle. Lungo il percorso ci saranno alcune tappe (ri)creative organizzate dalla Consulta Comunale dei Giovani di Chiaravalle. Sarà anche un’occasione per informare la cittadinanza che è in corso la realizzazione di una pista ciclabile lungo l’intero corso del fiume Esino, dal mare fino alle Grotte di Frasassi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2014 alle 23:08 sul giornale del 11 ottobre 2014 - 1411 letture

In questo articolo si parla di attualità, monsano, Comune di Monsano, esino, Operazione fiume

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0U0





logoEV
logoEV