Corinaldo: a San Vincenzo per spiegare il futuro della discarica

2' di lettura 14/10/2014 - Il sindaco Matteo Principi, assieme a tutta la Giunta Comunale, al presidente Asa Aldo Balducci e ai vertici del Cir33, ha incontrato venerdì sera presso la sala riunioni dell'Asa, i residenti della frazione corinaldese San Vincenzo.

Un incontro specifico e fortemente voluto dal primo cittadino di Corinaldo attraverso cui l'Amministrazione, insieme ad Asa e Cir, ha illustrato ai cittadini maggiormente interessanti dalla presenza della discarica, l'evoluzione futura dell'impianto di smaltimento dei rifiuti. Presenti inoltre il direttore tecnico della discarica, il geologo Lorenzo Magi Galluzzi, il geometra comunale Massimo Manna, l'ingegner Daniele Bartolacci e il direttore Raffaello Tomassetti del Cir33.

Affianco al sindaco erano inoltre presenti l'assessore ai Lavori Pubblici, Vinicio Franceschetti, e l'assessore al bilancio Rosanna Porfiri. Il confronto si è concentrato in particolar modo su due aspetti fondamentali, il percorso di esaurimento dell'attuale discarica corinaldese e il conseguente ampliamenti e la conversione dell'attuale impianto di trattamento dei rifiuti organici del Consorzio Intercomunale in impianto per il trattamento della frazione secca. Il sindaco Principi ha rassicurato i cittadini sul percorso virtuoso che l'Ata sta portando avanti per riconvertire l'attuale impianto per il trattamento della frazione umida che emana cattivi odori in una struttura funzionante per il trattamento della frazione secca, un intervento che eliminerà definitivamente il problema. Allo stesso tempo i cittadini hanno sollecitato l'Amministrazione sulle tempistiche di conversione dell'impianto e sul problema della viabilità della frazione, sollecitata dal passaggio dei camion carichi di rifiuti.

“Informare i cittadini sul lavoro che stiamo facendo è di primaria importanza -sottolinea il sindaco-, un passaggio fondamentale nel coinvolgimento e nella partecipazione dei corinaldesi. Ecco perché, insieme al presidente Asa, Balducci, stiamo pensando di organizzare proprio per tutti gli abitanti di San Vincenzo una trasferta in un impianto di trattamento della frazione secca molto simile a quello che nascerà a Corinaldo nei prossimi mesi. Ma non solo, sempre nei prossimi mesi allargheremo questo discorso a tutta la cittadinanza con un incontro pubblico sul tema.”








Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2014 alle 10:43 sul giornale del 15 ottobre 2014 - 1195 letture

In questo articolo si parla di comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/03x


Sig. Sindaco per cortesia dia una risposta rapida smuovendo l'ATA sulla questione FORSU, attualmente scoperta dal momento che il Vs. impianto è in chiusura.
Il cittadino pagando profumatamente lo differenzia (l'organico) ed attualmente gli costa più di 94 euro a tonnellata contro gli 80 del grigio....praticamente una follia per non parlare del servizio raccolta anch'esso più costoso.
Pertanto, vedi verbali delle ultime riunioni ATA, dovete immediatamente dare una risposta concreta al cittadino nella realizzazione di un impianto pubblico anaerobico per gestire l'intera Provincia.......lo dovete per non dire che ne siete obbligati; rinfresco la memoria Decreto del Presidente della Repubblica n. 158 del 1999 richiamato in tutti i piani Finanziari Tares (oggi TARI).
Buon lavoro allora

paolofiore




logoEV