Quantcast

Lotta alla microcriminalità, Confartigianato: 'Intervenire con un patto per la sicurezza'

Confartigianato logo 2' di lettura 15/10/2014 - Misure più efficaci per contrastare la microcriminalità. Cresce la percezione di insicurezza in Vallesina Confartigianato di Jesi: “ un patto per la sicurezza”. Cittadini ed imprese “ sentinelle” per segnalare casi sospetti.

Cresce la percezione di insicurezza. Aumenta la paura e emerge con forza la richiesta di una rete di garanzie e di un intervento delle autorità affinché venga riaffermato il principio della legalità e del rispetto delle regole.

La Confartigianato della Vallesina torna sul problema sicurezza, dopo l’escalation di episodi di criminalità. Confartigianato, dice Giuseppe Carancini segretario della Confartigianato di Jesi , auspica “un patto per la sicurezza” tra soggetti istituzionali in collaborazione con altri soggetti pubblici e del privato che permetta di agire con azioni coordinate tese ad intervenire in settori critici: tutela della legalità, integrazione sociale, ordine pubblico.

Confartigianato quindi chiede un rinnovato impegno da parte degli organi preposti a proseguire e sviluppare iniziative di controllo. Occorre inoltre, puntare sempre di più sia alla prevenzione dei reati sia all'incisività delle azioni di contenimento. Serve incentivare la collaborazione dei cittadini e delle imprese che possono essere“ sentinelle” per segnalare situazioni sospette e consentire interventi preventivi delle forze dell’ordine. Rispondere alla domanda di sicurezza dei cittadini significa favorire la vivibilità.

E’ chiaro – continua il segretario della Confartigianato di Jesi Giuseppe Carancini – che la gestione del problema sicurezza passa anche attraverso la disponibilità di maggiori organici per le forze dell’ordine. Perché è anche il presidio, la visibilità concreta delle Forze dell’Ordine ad esercitare la funzione di deterrente nei confronti della criminalità. La crisi ha di certo aggravato la situazione. La disperazione ha reclutato forze per la microcriminalità. Ma non ci si può arrendere. L’illegalità non può essere un fatto quotidiano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2014 alle 17:39 sul giornale del 16 ottobre 2014 - 1137 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, sicurezza, jesi, microcriminalità, patto per la sicurezza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/08I





logoEV