Quantcast

Calcio: Tafani lancia la Jesina verso il derby contro la Samb. Indetta la giornata del Leoncello

2' di lettura 16/10/2014 - Si preannuncia un derby infuocato quello di domenica 19 ottobre allo stadio Carotti. La Jesina scenderà in campo battagliera, per riscattare i troppi punti persi per strada, nonostante il gioco espresso in questo inizio di campionato.



Un inizio difficile, un calendario tutto in salita per una squadra che quest'anno vuole confermare quanto di buono costruito dal tandem tecnico Bacci-Carzedda sin dal debutto della scora stagione.
Dopo le buone prestazioni viste a Pesaro, contro la Vis, in casa contro il Matelica e la Maceratese, l'ultima a Chieti, la squadra non si è di certo persa d'animo di fronte ai soli 4 punti raccolti in sei giornate, consapevole delle proprie forze.

Il punto di riferimento delle retrovie, Federico Tafani, al suo secondo anno con la casacca leoncella, non fa drammi sulla classifica di un campionato iniziato da sei giornate, consapevole però che d'ora in poi la Jesina non dovrà più lasciare punti preziosi per strada.
"Quest'anno spesso abbiamo giocato meglio rispetto all'avvio dello scorso campionato, ma guardando la classifica i numeri dicono altro. Il risultato è sempre frutto della prestazione e sono convinto che se continuiamo così i punti arriveranno".

Tafani ha una tifosa in più sugli spalti, sua figlia Ginevra nata il 7 ottobre scorso. Cosa è cambiato?
"Prima di diventare papà le grandi emozioni le avevo vissute solo in campo, giocando a Jesi di fronte a così tanto publico è sempre un'emozione... La nascita di una figlia è un'esperienza nuova e una sensazione bellissima!".

Torniamo al derby, cosa ti aspetti dall'avversario, che in casa ha siglato tre centri ma in trasferta fa fatica?
"La Samb non gioca mai una partita per pareggiare ed ha il potenziale offensivo più forte di questo campionato. Però qualcosa concedono, i numeri dicono questo.. dovremo fare una partita attenta in fase difensiva e sfruttare le occasioni per le ripartenze e le occasioni da gol. Sarà una bella partita con una altrettanto bella cornice di pubblico! La cosa più bella sarà giocarla, come sarà importante anche il risultato".

Nel frattempo, sono in vendita da giovedì i 743 biglietti nominativi a disposizione per i tifosi rossoblù. I tifosi ospiti hanno tempo fino a sabato sera per acquistarli a San Benedetto, perché la biglietteria del Carotti per loro sarà chiusa domenica.

Per l'occasione la Jesina Calcio ha organizzato la Giornata del Leoncello: abbonamenti e tessere di favore non saranno validi, tutti gli spettatori saranno chiamati a pagare il biglietto e i prezzi sono invariati:15 euro per la tribuna centrale (12 euro il biglietto ridotto), 12 euro per la tribuna laterale (7 euro il ridotto), 7 euro la curva (5 euro il prezzo ridotto).


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2014 alle 18:58 sul giornale del 17 ottobre 2014 - 1972 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, Jesina, derby, serie d, federico tafani, sambenettese, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaaK





logoEV
logoEV