Quantcast

Calcio: vittoria della Jesina sulla Samb, Bacci 'Dedicata a capitan Strappini'

2' di lettura 19/10/2014 - Non è facile commentare una gara come il derby tra Jesina e Sambenedettese, valida per la sesta giornata del campionato di serie D, giocata domenica 19 ottobre allo stadio Carotti.

Forse perchè gli spettatori, soprattutto nel secondo tempo, hanno visto meno calcio e più nervosismo in campo. Ma i tecnici e i protagonisti di questo derby al cardiopalma hanno potuto commentare in maniera lucida e obiettiva, riportando 'ordine' e offrendo una lettura sportiva nel dopo partita.

"Siamo abituati a scendere in campo con la grinta vista oggi, per portare a casa i tre preziosissimi punti in chiave salvezza - commenta così Sandro Esposito, consigliere della Jesina. "Il nervosismo in campo non è mancato, ma in questi derby ci può stare, come anche il brutto fallo di Tozzi Borsoi su Tafani, anche se certi episodi non dovrebbero accadere. Aver vinto è una gioia doppia, perchè oltre ad essersi aggiudicata il derby, la Jesina aspettava punti da due giornate e li ha meritati".

Più che soddisfatto il mister leoncello Francesco Bacci: "Oggi è stata l'ennesima buona prestazione della Jesina, ma a differenza delle precedenti giornate, è arrivato anche il risultato. E' stata una gara tecnicamente intensa contro una Samb fortissima, forse un po' troppo nervosa. La Jesina è stata brava a non prendere gol dall'attacco più forte di questo campionato".

La formazione scesa in campo contro la Samb è stata condizionata dalle assenze importanti di Brighi, che ha avuto problemi in settimana e non è potuto scendere in campo, Nicola Cardinali squalificato, Traini anche ieri fuori, per via delle due giornate inflitte dal direttore della gara casalinga contro la Maceratese.
Una nota positiva arriva dal tecnico della Jesina per il giovane Nicola Ambrosi, '95, al suo esordio da titolare: "Oggi è stato chiamato in causa ed ha fatto una buona partita, ma del resto nessuno degli schierati in campo ha fatto rimpiangere gli assenti".

Anche il tecnico della Sambenedettese, mister Andrea Mosconi, non ha avuto vita facile nel comporre la sua squadra per il derby contro la Jesina: "Eravamo in emergenza e certe assenze si sono fatte sentire. Abbiamo perso una partita ma resto convinto che la Samb vincerà il campionato. Abbiamo giocato la nostra partita. Tozzi Borsoi che ha troppo amore per questa maglia ha compiuto una ingenuità, ma resta un elemento che fa la differenza e ora deve essere bravo a voltare pagina. Siamo una squadra tecnicamente forte, ora dobbiamo lavorare sulla mentalità giusta".
L'unico rimprovero "aver perso la testa nel secondo tempo, non aver sfruttato le tante occasioni, dopo un discreto primo tempo".


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2014 alle 19:39 sul giornale del 20 ottobre 2014 - 1724 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, calcio, Jesina, sambenedettese, serie d, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aahW





logoEV
logoEV