Quantcast

Monte S. Vito: Lista Civica Amo il mio paese 'Clamoroso, la Residenza Protetta riapre'

4' di lettura 19/10/2014 - La notizia ha del clamoroso. Ma poi, neanche tanto...lo avevamo detto per mesi da mesi.

Lo avevamo ribadito anche in campagna elettorale, e lo avevamo appurato infine anche sugli atti redatti da questa Amm.ne non piu tardi di un mese dal suo insediamento (il Sindaco Sartini inviava missiva di richiesta per la proroga fino al 30 Giugno 2016 della degenza degli anziani ospiti a Falconara M.ma per effettuare i lavori di messa a norma nella struttura di Monte San Vito).

Ma a dare ufficialità e corpo alla cosa è arrivata la delibera di Giunta con cui è stato approvato, in data 15 Ottobre, il Piano delle Opere Pubbliche per le annualità 2015-2017 ed in cui è previsto all’intervento 1.5 : “l’adeguamento della Residenza Protetta al R.R. N. 3/2006 e alle norme di prevenzione incendi e adeguamento sismico - 2° stralcio” per un importo di 500.000 €.

E’ bene ricordare pero’ che solo 4 mesi fa, in occasione della campagna elettorale, proprio la vicenda della Residenza Protetta aveva costituito uno dei punti nodali dei programmi delle liste candidate.

E se da una parte avevamo chi perorava la causa della ristrutturazione della struttura di Monte San Vito per farla tornare agli antichi splendori (lista civica Amo il mio paese), dall’altra parte c’era chi invece, non pago del pasticcio, del caos e dei danni dovuti al trasferimento degli anziani da Monte San Vito a Falconara (scegliendo di effettuare altri tipi di interventi non prioritari allora con le medesime somme con cui si poteva mettere a norma la RP nostrana), per risolvere la problematica, sventolava inconsciamente l’ipotesi di realizzare una struttura ex novo in un terreno comunale da adibire a nuova Residenza Protetta per anziani non autosufficienti e destinare quella di via Cavour (storica sede della residenza protetta per anziani) ad anziani autosufficienti, il tutto senza mai menzionare cifre, progetti e modalita’ di finanziamento ma anzi, additando noi di sprecare risorse su una scelta “antieconomica” (non si sa riguardo a cosa visto che il confronto semmai si sarebbe dovuto sulla base di progetti e cifre certe!).

Il che, per chi amministra, significa il nulla cosmico.

Ci hanno detto che eravamo bugiardi, ma nel frattempo cercavano opzioni assurde quale ristrutturare piani grezzi dell’ospedale di Chiaravalle (dai costi sproporzionati di 1,5 milioni a piano senza sapere chi dovesse pagare ) intrattenendo peraltro colloqui in gran segreto con l’Assessore regionale alla Sanita’ (incontro mestamente scoperto dalle minoranze e ammesso solo dopo e in parte dal Sindaco durante un Consiglio comunale), oppure venivano richiesti contributi e proroghe alla Regione sempre e puntualmente negati facendo ricadere la colpa sempre su quest’ultima, il tutto per giustificare il licenziamento di 4 lavoratrici ed il trasferimento in una struttura a nostro parere non idonea come quella di Falconara, per non aver messo a norma la Residenza Protetta di Monte San Vito nei tempi previsti e secondo quanto prevedeva la normativa in materia sismica, impiantistica e di prevenzione incendi che avrebbe permesso il prosieguo dell’attività nel nostro Comune.

Con queste promesse hanno vinto le elezioni, ma non appena si sono dovuti fare i conti con la realta’, la realta’ e’ stata quella che la Residenza Protetta di Monte San Vito verrà ristrutturata nel 2015, facendo così tornare a casa finalmente i nostri anziani.

Non sappiamo però ancora dove, come e quando si reperiranno i fondi necessari (400.000€) previsti per effettuare l’opera e che sul Piano delle Opere Pubbliche oggi giacciono sotto la voce “altro” dove “altro” significa non definito nella sua destinazione. E quindi altra nullità.

Ma la notizia di certo non ci lascia indifferenti e dopo anni di battaglie del nostro capogruppo Thomas Cillo, delle minoranze e della nostra lista, finalmente oggi possiamo dire che avevamo ragione noi.

Peccato pero’ che il Sindaco Sartini e tutta la sua maggioranza abbiano ricevuto il voto dai cittadini, per realizzare il nostro programma....della serie : tanto tuonò che non piovve!






Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2014 alle 23:19 sul giornale del 20 ottobre 2014 - 1536 letture

In questo articolo si parla di monte san vito, residenza protetta, thomas cillo, amo il mio paese, lista civica amo il mio paese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaiq