Quantcast

Calcio: Samb- Jesi ancora tra le polemiche, lettera- denuncia della società rivierasca

Gianni Moneti Samb 1' di lettura 21/10/2014 - La Sambenedettese non ci stà e martedì 21 ottobre ha preparato ed inviato una lettera-denuncia al Comitato Interregionale contro il comportamento antisportivo della società leoncella durante la partita di domenica al Carotti.

Prole dure quelle di Giovanni Moneti, presidente della Samb: “A Jesi ho visto una gara da oratorio, non c’era nessuna regola per nessuno, stewart e raccatapalle inesistenti, perdite di tempo continue, palloni che sparivano e un arbitro che non ha saputo gestire una partita indecente, non ha saputo intervenire e ricoprire il suo ruolo.

Lasciamo perdere i continui svenimenti dei giocatori della Jesina..al di là del risultato, perchè credo che abbiamo perso per demerito, il mio rammarico è vedere queste cose. Spero di non tornare mai più in quel campo in vita mia, và bene la melina, i finti crampi, ma questa è una squadra che non va da nessuna parte e la colpa è nostra perchè siamo abituati diversamente, questre squadrucce cercano di provocare e Tozzi Borsoi c'è caduto..".

La società rossoblù lamenta la poca sportività della Jesina, società e giocatori compresi e a supporto della missiva ha corredato video e foto dell'incontro che, testimonierebbero questo atteggiamento poco sportivo che và al di là di ogni categoria.

Una partita, quella di domenica che per contenuti, modalità e reazioni rimane al centro delle polemiche e alimenta una discussione fra le due società che probabilmente non si concluderà in breve tempo e rimarrà anzi, nella memoria di molti.






Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2014 alle 19:23 sul giornale del 22 ottobre 2014 - 1484 letture

In questo articolo si parla di sport, sambenedettese calcio, Alessia Rossi, articolo, associazione Noi Samb

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aao7





logoEV
logoEV