Quantcast

Villa Borgognoni resta aperta, fino all'esito del prossimo bando, con SpaziOstello

2' di lettura 21/10/2014 - Giunge al termine la gestione dell'ostello di Villa Borgognoni da parte della cooperativa sociale Opera, ex Zanzibar, che lascia dopo 7 anni per motivi economici ed organizzativi.


Iniziata nel 2007, terminerà il 31 ottobre dopo l'annuncio della decisione da parte della cooperativa, che dopo alcuni confronti con l'attuale amministrazione non ha trovato altra soluzione.
Ma la vicenda nasce già ai tempi della precedente legislatura guidata dall'allora sindaco Belcecchi. Minori contributi e il difficile controllo della struttura hanno determinato la scelta da parte di Opera.

La situazione creatasi ha spinto il sindaco Massimo Bacci ad un doppio confronto: il primo tra il Comune e ProgettoJesi, proprietaria dell'immobile, il secondo con i rappresentanti di SpaziOstello, l'associazione che per anni ha organizzato eventi all'interno della villa e si è battuta affinchè non fosse venduta.

Al termine di questi incontri il sindaco ha formulato la sua proposta cercando di equilibrare da un lato quanto evidenziato dalla società di cartolarizzazione del Comune, che sebbene abbia l'obbligo di vendere la villa, non è oggi nelle condizioni di poterla collocare sul mercato in considerazione della particolare congiuntura economica. Da qui l'opportunità di una gestione temporanea pluriennale, per evitare che restando chiusa e priva di manutenzione subisca danni.

Dall'altro, SpaziOstello, che ha dimostrato la disponibilità di farsi carico di mantenere vive le attività socio-culturali, con l'indicazione che nella successiva gara d'appalto sarà vincolante per il nuovo soggetto gestore assegnare parte dei locali a SpaziOstello per garantire il prosieguo delle varie attività.

La proposta di concedere la gestione provvisoria a SpaziOstello sarà formalizzata la prossima settimana in un atto di indirizzo della Giunta comunale.
In questo modo la struttura non chiuderà in battenti dopo il 31 ottobre e rimarrà aperta in attesa di essere data in gestione all'esito del bando, attraverso la prosecuzione delle attività socio-culturali dell'associazione, mossa che garantirà anche il futuro operativo della villa stessa.

 


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2014 alle 17:19 sul giornale del 22 ottobre 2014 - 1865 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, bando, villa borgognoni, gestione, Massimo Bacci, cristina carnevali, articolo, ostello Villa Borgognoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaoa





logoEV