x

SEI IN > VIVERE JESI > SPORT
comunicato stampa

Basket: A2 Gold, la Fileni BPA riesce a sbloccarsi e batte il Ferentino

3' di lettura
1186

di Giancarlo Esposto


Alla fine, al suo sesto tentativo la Fileni BPA riesce e sbloccarsi, per di più di fronte al pubblico amico, con tanto di sciopero del tifo, nel primo quarto, come annunciato da parte dei tifosi della curva.


A fine partita, il tecnico ospite Gramenzi diserta la sala stampa, per non meglio precisati motivi, mandando in sua vece il capitano Guarino: primi segnali di insofferenza per un momento non propriamente facile per la sua squadra? Non ci è dato saperlo. O forse, viste le premesse, si aspettava una partita più facile. Eppure la sua squadra era partita bene, scesa in campo da subito con la lucidità è l’attenzione necessarie per imporsi a un’avversaria, non dimentichiamolo, in gravi difficoltà, in preda a una condizione mentale assai difficile.

Primi due quarti equilibrati, con qualche patema per Jesi, che inizialmente fatica a prendere le misure, soprattutto in difesa, anche se Lasi cerca di togliere qualche punto di riferimento alla squadra avversaria, alternando la difesa a zona con la difesa individuale. In prossimità del riposo lungo Ferentino commette il grave errore di fallire, con Starks, l’azione del +8, pagando in moneta sonante la tripla di Elliott, che accorcia notevolmente le distanze.

Strano a dirsi, ma questa situazione ha un peso determinante per l’economia del match: il minimo svantaggio porta alla Fileni BPA ossigeno puro e tranquillità, una condizione mentale migliore. Poi Lasi chiede e ottiene maggiore applicazione difensiva, i giocatori più pericolosi di Ferentino, Thomas e soprattutto Starks, cominciano a girare a corrente alternata, Bucci non trova più tiri aperti, Pierich non è letale come in precedenti occasioni sulle tavole del palaTriccoli.

In attacco Maggioli riesce a sfruttare tutta la sua fisicità, gli altri mettono mattoni importanti, Migliori e Picarelli su tutti, tanto che Miller smette di sentire tutta la squadra sulle sue spalle e torna ad essere il miglior terminare offensivo.

Il vantaggio si dilata oltremisura nelle fasi finali, anche al di là dei demeriti dei laziali. Gramenzi, nelle fasi finali del match rinuncia a Starks, piuttosto evanescente nell’ultimo quarto, solo Thomas prova a fare qualcosa, ma non abbastanza contro una Fileni BPA che ha raggiunto la consapevolezza di potercela fare.

Per la Fileni BPA è una liberazione, finalmente si vedono volti distesi in campo e sugli spalti. Vittoria importante come il pane, per muovere la classifica e far tornare un po’ di entusiasmo.
I problemi restano, Borsato non era neanche tra i convocati, Rocca ha ripresa ad allenarsi ma per il suo recupero c’è da aspettare, Santiangeli, utilizzato per soli otto minuti, ha bisogno ancora di tempo. Una vittoria come questa può solo fare bene.

FILENI BPA-FMC FERENTINO 89-73 (18-18; 20-23; 24-17; 27-17)

Fileni BPA: Maggioli 18; Benvenuti; Marsili; Migliori 24; Procacci 4; Elliott 11; Lucarelli ne; Ruggeri ne; Schiavoni ne; Santiangeli; Picarelli 6; Miller 26. All.: Lasi.

FMC Ferentino: Guarino 6; Starks 15; Allodi; Bucci 9; Pierich 7; Ghersetti 15; Martino ne; Biligha 7; Okon ne; Thomas 14. All.: Gramenzi

Arbitri: Beneduce, Belfiore, Volpe.

Spettatori: 1.572.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2014 alle 22:38 sul giornale del 03 novembre 2014 - 1186 letture