x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Chiaravalle: area ex Fintecna, Siamo Chiaravalle 'Maggioranza in confusione'

3' di lettura
1647

da Siamo Chiaravalle
Gruppo consiliare


Siamo Chiaravalle

All'indomani della notizia, riportata dagli organi di informazione, della ripresa del dialogo e delle trattative tra i rappresentanti della società Servizi S.r.l., proprietaria dell'area “ex Fintecna”, che hanno confermato la loro intenzione di realizzare un edificio da destinare a supermercato, presentando un nuovo progetto, ed il sindaco Costantini, arriva la netta presa di posizione della dott.ssa Daniela Montali, ex sindaco ed autorevole esponente del PD locale, la quale si dice fermamente contraria all'edificazione di un supermercato all'interno di quell'area, opponendosi di fatto alla strada intrapresa dall'attuale Sindaco.


Per rincarare la dose, poche ore dopo, viene pubblicato un comunicato a firma “PD Chiaravalle” in cui sono sostanzialmente espressi i medesimi concetti dell'ex Sindaco Daniela Montali ed è rimarcata la contrarietà del partito a “progetti che vedano l'insediamento di centri commerciali o di supermercati di medio grandi dimensioni”; comunicato, anche questo, che ha il sapore di un secco “no” alla linea del sindaco Costantini.

Contemporaneamente si apprende delle annunciate dimissioni del segretario locale del Partito Democratico, maggiore partito della coalizione che sostiene l'amministrazione Costantini, perchè “in contrasto con la linea di sindaco e giunta, anche sull'area Fintecna”, mentre sorprende il silenzio degli assessori componenti la giunta comunale, tutti di area democratica, che non hanno mai espresso un'opinione o una presa di posizione sulla questione, probabilmente in difficoltà ed in imbarazzo visti i contrasti tra la segreteria del loro partito ed il sindaco Costantini.

Regnano, pertanto, una confusione assoluta ed una totale assenza di linearità e di trasparenza da parte di un'amministrazione che non ha ancora esplicitamente manifestato alla cittadinanza quale sia il suo progetto su un'area così delicata e nevralgica per il territorio comunale e che necessita, comunque, di una urgente riqualificazione, essendo ormai da diversi anni abbandonata in uno stato di degrado inaccettabile. Ciò avviene in un momento storico in cui la politica ha il dovere ed il compito di compiere scelte rapide, concrete e trasparenti, di fornire ai cittadini risposte chiare e non equivoche, di mostrarsi in grado di assumere decisioni veloci e di non perdersi in lunghi ed inutili dibattiti interni che conducono all'immobilismo ed al continuo rinvio delle questioni.

Il sindaco Costantini, da quando si è insediata questa amministrazione, dapprima si è detto contrario alla realizzazione di un “megastore” all'interno dell'area ex Fintecna, poi ha manifestato l'intenzione di valutare la possibilità di acquistare l'area da parte del Comune, quindi, abbandonando presto tale proposito, si è reso disponibile a valutare il progetto recentemente presentato dai proprietari dell'area che prevede la realizzazione di un supermercato di 900 mq. più ulteriori 600 mq. da destinarsi ad uso magazzino del supermercato stesso.

In questo contesto di confusione, contrasti interni alla maggioranza, repentini cambi di opinione, l'area continua ad essere sempre più degradata, insalubre e fatiscente, e chi ci rimette è l'intera collettività chiaravallese, che ha il diritto di pretendere che venga trovata una rapida soluzione alla questione.



Siamo Chiaravalle

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2014 alle 23:44 sul giornale del 22 novembre 2014 - 1647 letture