x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Maiolati Spontini: ripartono i lavori per il raddoppio ferroviario nella tratta Montecarotto- Castelplanio

4' di lettura
5735
dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it

Ripartono i lavori per il raddoppio ferroviario nella tratta Montecarotto-Castelplanio. La ditta appaltatrice ha comunicato all’Amministrazione comunale che lunedì 1° dicembre il cantiere di via Torrette, a Moie, tornerà a popolarsi di operai e di mezzi per realizzare non solo il raddoppio della linea ferrata ma anche il nuovo svincolo della superstrada.

A chiedere con forza la ripresa dei lavori e la fine del degrado nell’area del cantiere era stato, qualche settimana fa, il sindaco Umberto Domizioli, con un’ordinanza che imponeva al Consorzio stabile Itaca la messa in sicurezza dell’area. Lo stato di abbandono della zona, compresa fra lo svincolo della superstrada e il passaggio a livello di via Torrette dovrà diventare, quindi, solo un ricordo. E soprattutto terminerà, si spera una volta per tutte, una situazione di stallo, quella dei lavori per il potenziamento della linea ferroviaria, di cui le Amministrazioni comunali di Maiolati Spontini e di Castelplanio stanno subendo le conseguenze da ben 15 anni.

La vicenda ha iniziato a sbloccarsi una decina di giorni fa, quando nel cantiere di via Torrette sono apparsi un trincia-erba e una ruspa. Il sindaco Domizioli e il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Giancarlo Carbini hanno contattato il titolare della ditta Tuzi Costruzione generali, cui il Consorzio stabile Itaca, che si era aggiudicato la gara di appalto, ha affidato i lavori. “Francesco Tuzi ci ha assicurato – riferiscono Domizioli e Carbini - che nella prima settimana di dicembre riprenderanno le attività nel cantiere. Nel frattempo è arrivata la conferma telefonica da parte di Rete Ferrovie Italia della sottoscrizione dell’accordo per la ripresa dei lavori da parte della nuova Tuzi s.r.l. e sono continuate le attività di pulizia del cantiere a Moie. Con cauto ottimismo esprimiamo la nostra soddisfazione per la conclusione, speriamo definitiva, di un passaggio critico dei lavori”.

Correva l’anno 2001 quando la Coop Costruttori, ditta che si era aggiudicata l’appalto, iniziava i lavori del raddoppio ferroviario Falconara Marittima-Orte nella tratta Castelplanio – Montecarotto. Nel 2003 i lavori vengono sospesi dalla seconda decade di aprile a causa dello stato di insolvenza della stessa Coop Costruttori. Nel novembre 2010 viene pubblicato il nuovo bando di gara per un importo complessivo di circa 55 milioni e mezzo di euro. Aggiudicatario: Consorzio Stabile Itaca al valore finale dell’appalto di poco più di 40 milioni di euro con ribasso percentuale del 28,72 per cento. Nell’estate 2012 il Comune di Maiolati Spontini concede in affitto l’area di via Torrette su cui impiantare il nuovo cantiere e si inizia la costruzione del cantiere di appoggio a Moie. Ad agosto 2012 nuovo inizio dei lavori. A giugno 2014 nuova sospensione. Il Consorzio Stabile Itaca aveva affidato i lavori alla ditta (facente parte del Consorzio) Tuzi Costruzioni Generali S.p.A. La ditta ha chiesto il concordato preventivo. Nel frattempo però ha affittato il ramo d’azienda alla neonata Tuzi srl che ha chiesto di subentrare nei lavori. Lo scorso 2 ottobre c’è stato un incontro presso il Comune di Castelplanio fra le delegazioni di RFI, ITALFERR, Comuni di Castelplanio e Maiolati Spontini.

È stata un’ulteriore occasione per rinnovare la richiesta di stralcio della realizzazione dello svincolo per accelerarne i tempi. Poche settimane fa l’incontro fra il sindaco e Francesco Tuzi, che aveva confermato l’imminente chiusura dell’accordo per riprendere i lavori e aveva dato rassicurazioni sull’intervento a seguito dell’ordinanza per la pulizia e la messa a norma del cantiere e delle aree di lavoro. “Dopo anni di impegno costante perché i lavori riprendessero – dicono il sindaco Domizioli e l’assessore Carbini – e comprendessero un’importante riqualificazione della viabilità a sud di Moie e per tutto il territorio, come l’eliminazione del passaggio a livello di Torrette e la costruzione del nuovo svincolo per la superstrada, dopo che abbiamo dovuto aggiornare più volte la data di conclusione dei lavori, in un contesto nel frattempo ulteriormente peggiorato a causa della crisi, finalmente una notizia che ha tutte le basi per essere positiva e apportatrice di forti benefici per tutto il territorio”.

La ripresa dei lavori libera il Comune anche da un’altra preoccupazione: quella di non poter disporre dell’area su cui dovrà sorgere il nuovo cimitero di Moie i cui lavori inizieranno nel 2016 e che interessano proprio l’area del cantiere.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2014 alle 09:47 sul giornale del 29 novembre 2014 - 5735 letture