Ospedale Carlo Urbani, in arrivo il taglio ufficiale del nastro

Ospedale Carlo Urbani Jesi 09/12/2014 - Per il Carlo Urbani è arrivato il momento della ritualità, il taglio del nastro. Anche un momento formale, se condotto con responsabilità, sobrietà e intelligenza, può trasformarsi in occasione di riflessione, di valutazione, di costruzione di azioni per il futuro.


Ho ripetuto più volte che l'ultimazione del Carlo Urbani deve rappresentare per la sanità e per i servizi socio-sanitari della città di Jesi e dei comuni della Vallesina un punto fondamentale; ma non di arrivo, bensì di partenza. Mi sono già soffermato sugli obiettivi da perseguire, dai distretti alle case della salute, alle RSA, dalla prevenzione all'integrazione ospedale-territorio, al superamento delle inaccettabili liste d'attesa; ma soprattutto va realizzato concretamente il modello per intensità di cure.

Voglio invece ancora una volta ringraziare le tante persone, anche in ruoli molto diversi, che hanno reso possibile l'ultimazione dell'ospedale: dalle istituzioni alla stampa, alle associazioni del volontariato. Ma un enorme grazie mi sento di rivolgerlo in primo luogo al personale sanitario, dal comparto alla dirigenza, ai tecnici, alla RSU, alle organizzazioni sindacali.

Per quanto mi riguarda continuerò ad agire con determinazione per garantire adeguate dotazioni organiche (troppi sono stati i tagli che hanno penalizzato le risorse umane) e un'avanzata strumentazione tecnologica e logistica. Non torno sul vecchio ospedale, su cui ho già detto e scritto molto.

Voglio chiudere questa nota con una considerazione che considero di grande valore umano e simbolico, e voglio farlo con prudenza, rispetto, e in punta di piedi: questo nostro ospedale porta il nome di un medico, uno scienziato, un uomo capace e generoso, che amava così tanto la vita da sacrificare la propria per salvare quella degli altri. Anche questa intitolazione, così importante e in un certo modo pesante, indica un dovere e una missione: il dovere dell'efficienza nella cura, la missione etica e umana alla base della professione medica.


da Enzo Giancarli
Consigliere Pd Regione Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2014 alle 10:29 sul giornale del 10 dicembre 2014 - 952 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, enzo giancarli, jesi, taglio del nastro, partito democratico marche, ospedale carlo urbani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acFx