Tutte le Stelle della Champions: non ci resta che la Juve... ed applaudire Steven Gerrard

11/12/2014 - Solo la Juventus rappresenterà il nostro calcio negli ottavi di finale della Champions League 2015. La Roma non c'è riuscita, è fuori, vittima prima di se stessa e in secondo luogo di un girone che obiettivamente non era per niente facile.

La Juventus alla fine ha preferito una partita accorta ed intelligente, in barba alle dichiarazioni belliche della vigilia, il match è scorso via tra qualche lampo di emozione e molti, moltissimi sbadigli. Un ragionamento lineare, razionale: non stuzzicare il diabolico Atletico Madrid di Simeone ed accontentarsi del secondo posto nel girone che significa ottavi di finale. Pazienza se in molti hanno storto il naso per lo spettacolo non visto, Allegri ha raggiunto il suo obiettivo minimo europeo e magari con un buon sorteggio il cammino si potrebbe prolungare fino a primavera inoltrata, chissà...

Anche la Roma ha provato a trascinare lo zero a zero fino al novantesimo per portare a casa la qualificazione. Contro un Manchester City privo dei suoi fenomeni Aguero, Silva eToure la pratica non sembrava impossibile ma in rosa gli inglesi hanno anche altri ottimi giocatori, ed uno di questi, Nasri, ha spezzato le ali ed i sogni dei giallorossi che hanno abdicato senza più reagire sotto il raddoppio di Zabaleta.

Alcune riflessioni si possono fare su questo pazzo cammino europeo della 'Maggica' : i sette gol subiti dal Bayern Monaco sono stati un colpo mai assorbito che hanno tolto ogni tipo di certezza alla squadra, Rudy Garcia che fino a quel momento professava e faceva esprimere ai suoi un calcio propositivo e d'attacco, da quel momento sembra aver scalato un paio di marce ed ha preferito imporre alla sua Roma un calcio d'attesa,quasi impaurito che ha portato un punto nelle ultime 3 sfide del girone. Non sono arrivate più goleade al passivo ma il Cska Mosca e questo Manchester erano battibilissimi da questa squadra e se alcuni episodi hanno compromesso la qualificazione ( pareggio subito a Mosca al 94esimo e prodezza di Nasri in casa nell'ultima partita) non si possono attribuire alla differenza di budget che Garcia ha prontamente tirato in ballo una volta eliminato, inoltre dichiarare che la sua rosa non fosse all'altezza degli ottavi ci sembra un pò irrispettoso nei confronti dei suoi ragazzi. Una giusta analisi della mancata qualificazione potrebbe essere un buon inizio per ripartire nella prossima stagione, non ci sembra che il tecnico francese ne stia facendo una ultimamente.

Le qualificate agli ottavi: Atletico Madrid, Real Madrid, Monaco, Borussia D., Bayern Monaco, Barcellona, Chelsea, Porto, Juventus, Basilea, Bayer Leverkusen, Arsenal, Manchester City, Paris SG, Schalke e Shakthar.

La Stella delle Stelle: Steven Gerrard
Il suo Liverpool è miseramente fuori dalla manifestazione più importante d'Europa e per il suo capitano, quella contro il Basilea potrebbe essere stata la sua ultima partita in Champions in maglia Reds. L'età avanza e i chilometri nelle gambe della leggenda dell'Anfield si fanno sentire. Lui chiude con una prodezza balistica che non basta però ad evitare il naufragio casalingo contro un Basilea che ha più benzina, più entusiasmo e più idee degli inglesi. Nemmeno la 'Kop' storica curva del Liverpool può risollevare una squadra che quest'anno squadra non è mai stata, però gli applausi ed i cori per il loro capitano non possono mai mancare e non sono mancati nemmeno in questa occasione, il ringraziamento per una carriera spesa a corsa lacrime e sudore per i propri colori di una delle ultime vere bandiere del calcio mondiale. Gerrard con gli occhi lucidi ringrazia a sua volta e sembra chiedere scusa per la stagione non esaltante; chissà se Balotelli, fuori per uno pseudo infortunio riesca a capire che è questa l'essenza dello sport che ha la fortuna di praticare.


di Marco Strappini
redazione@viverejesi.it

 







Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2014 alle 11:04 sul giornale del 12 dicembre 2014 - 871 letture

In questo articolo si parla di sport, filottrano, marco strappini, juventus, champions league, articolo, steven gerrard

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acMt