Quantcast

Filottrano: in un teatro Torquis da tuto esaurito, assegnate le civiche benemerenze

5' di lettura 16/12/2014 - Filottrano si è stretta attorno ai suoi figli più illustri con la cerimonia di consegna delle civiche benemerenze che si è svolta sabato 13 dicembre in un gremitissimo teatro Torquis.

Tanti filottranesi hanno voluto rendere omaggio a chi ha dato lustro con la propria attività professionale o impegno nel mondo del volontariato e dell’associazionismo alla città di Filottrano. La scelta dei premiati è stata condivisa dal Consiglio Comunale con i cittadini filottranesi che hanno potuto suggerire i nominativi dei meritevoli. Il primo dei 40 premiati a ricevere il riconoscimento di cittadinanza onoraria non poteva che essere colui che ha dato il là all’industria della moda: il grande imprenditore Orlando Girombelli. Tanta emozione per lui ed i suoi familiari e lunghi e calorosi applausi da parte del pubblico che non ha dimenticato quanto di buono ha fatto questo imprenditore per Filottrano contribuendo a formare tanti artigiani e facendo entrare la città tra i principali distretti del tessile in Italia. Con le sue aziende ha sempre dato un importante contribuito allo sviluppo del tessuto sociale di Filottrano, già negli anni Sessanta avevano l’asilo interno o le colonie estive per i figli dei dipendenti. Il benessere raggiunto con le attività veniva quindi redistribuito tra i fautori di quel successo imprenditoriale che tutti ricordano.

Il sindaco Lauretta Giulioni ha sottolineato come Girombelli sia stato il primo a lanciare il comporto della moda e che l’amministrazione intende portare avanti con tutte le sue forze il progetto dell’ITS moda, il corso post diploma che avrà sede a Filottrano e vedrà la partecipazione delle aziende cittadine. I fratelli Lardini dell’omonima casa di moda invece sono stati insigniti della civica benemerenza. Sono stati capaci di dar vita ad un marchio di livello internazionale che con i suoi successi ha contribuito ulteriormente a rendere Filottrano la città dello stile e del buon gusto, operando con esperienza, creatività, estro artistico e il cui successo onora, arricchisce e sostiene l'economia unitamente al tessuto sociale della città. Andrea, Luigi, Lorena ed Annarita hanno sottolineato il profondo amore per Filottrano, nonostante i tanti viaggi per motivi di lavoro in giro per il mondo ogni volta non c’è cosa più bella che tornare ai sette colli. L’azienda ha il suo core business a Filottrano e non ha nessuna intenzione di delocalizzare come va troppo spesso di “moda” in Italia, ma anzi intende rafforzarsi ulteriormente là dove tutto ha avuto origine. Il primo cittadino ha sottolineato la grande disponibilità della famiglia Lardini a sostenere le iniziative filottranesi, non ultima la squadra di pallavolo femminile che attualmente milita in seria A 2 e che ha ricevuto l’encomio civico. Purtroppo per impegni all’estero non ha potuto essere presente l’aquila di Filottrano Michele Scarponi, il ciclista che ha portato in giro nel mondo il nome della città, a cui è profondamente legato, e che vinse nel 2011 il Giro d’Italia. A ritirare la benemerenza ci ha pensato il padre Giacomo.

Assenti, anche loro per impegni lavorativi pregressi, i fratelli Sandro e Marino Severini, fondatori del gruppo musicale "The Gang", autori di tanti dischi rock carichi di energia, potenza ed impegno politico, apprezzati e conosciuti a livello nazionale e che continuano a rappresentare il punto di riferimento per i tanti gruppi musicali presenti in città e non solo. Il riconoscimento alla memoria è andato a tre personaggi molto amati a Filottrano: Pierpaolo Ciucciovè, tra i fondatori della Croce Rossa e che si è speso nell'avvio dei servizi assistenziali a tutti i cittadini di Filottrano. Tra l’altro è stato anche uno dei fondatori della radio libera del paese alla fine degli anni 70;

Guglielmo Giovagnetti, insegnante e storico presidente della U.S. Filottranese che con la sua lungimiranza ha portato il calcio filottranese ai più alti livelli negli ultimi cinquanta anni e Pacifico Roccetti, il sarto che ha "iniziato" tantissimi giovani al percorso di modellista e che è stato uno dei maggiori fautori del "saper fare filottranese" anche come artista. Ha lavorato infatti per le più grandi aziende di moda nazionali e internazionali. Il prof. Gilberto Piccinini ed il combattente Ugo Brunacci hanno ricevuto la cittadinanza onoraria. Lo storico falconarese ha sempre avuto interesse per le vicende di Filottrano mentre Brunacci, poi diventato cavaliere, con la Nembo, a soli 19 anni, combatté aspramente per la liberazione della città di cui si è celebrato quest’anno il settantesimo anniversario.

Menzione speciale invece per don Pierluigi Pesaresi, per il fotografo Marino Monachesi, detto Loretà, per l’Associazione Unitre, che proprio quest’anno ha celebrato i venti anni di attività, per il maestro di musica Romualdo Cappelletti, per l’Associazione di volontariato Terza età ed il reduce di guerra Silvano Roccoli. Gli encomi sono andati a: Giulio Lancioni, per la sua intensa e brillante attività didattica e scientifica presso prestigiosi atenei italiani ed esteri, a Lidovino Papaveri e Andrea Massaccesi che hanno contribuito alla crescita della Protezione Civile, alla campionessa di pallanuoto Francesca Pomeri, al fabbro per eccellenza Benvenuto Flamini, detto Fofo, al medico e psichiatra Giuseppe Martini, al ”nonno” Giovanni Santoni, che con i suoi scritti e le poesie ha preservato le usanze e tradizioni filottranesi, alla vincitrice di “Canto Festival” Mariangela Marini e alla titolare dell’omonimo negozio di giocattoli del centro Carla Pavoni, detta Carletta. Inoltre hanno ricevuto la menzione speciale i tre centenari di Filottrano che nel 2014 hanno festeggiato il secolo di vita: Assunta Candolfi, Angela Gambini e Fiorina Scanzani.

Ha fatto da contraltare la premiazione dei giovani filottranesi che si sono appena laureati: Alice Pierigè, Catia Trillini, Chiara Sabbatini, Cinzia Coppari, Gessica Vitali, Giacomo Santicchia, Giorgia Sdrubolini, Giulia Marcelloni, Margherita Marziali, Marika Sopranzetti, Michele Carbonari e Nicola Generi. “Con questa prima edizione che avrà cadenza annuale – ha concluso il sindaco Lauretta Giulioni – abbiamo celebrato tutta la nostra città e ci siamo sentiti ancora più orgogliosi di essere filottranesi”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2014 alle 08:50 sul giornale del 17 dicembre 2014 - 4440 letture

In questo articolo si parla di attualità, teatro torquis, civiche benemerenze, Comune di Filottrano, giulia accorroni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac1t





logoEV
logoEV