Monte S. Vito: cerimonia da applausi per l'assegnazione delle borse di studio 'Zoe Brunetti'

2' di lettura 19/12/2014 - Emozionante e con grande affluenza di pubblico si è svolta il 27 novembre 2014 nell'Aula Consiliare la consegna delle borse di studio "Zoe Brunetti" e delle attestazioni di merito agli studenti della scuola secondaria di primo grado, che hanno riportato le votazioni di 10/10 con lode e 10/10.


Ad applaudire i ragazzi meritevoli di Monte San Vito sono intervenuti, oltre ai genitori e parenti, anche i compagni di classe, che li hanno acclamati festosamente.

Eppure anche se ancora oggi viene ricordata per la consegna delle borse di studio agli studenti meritevoli del paese, al termine di ogni anno scolastico , molti non conoscono questa signora Zoe Brunetti che con un lascito, considerevole al quel tempo, lasciò tutti i suoi beni dopo la sua morte con atto del 16 giugno 1945 a favore dell'ente comunale di assistenza del paese. Dall'inventario redatto dal dott. Giorgio Cagnucci di Ancona i beni appartenuti alla defunta Zoe Brunetti furono donati all'E.C.A di Monte San Vito rappresentato da l Presidente Dottor Guido Lapponi.

Come accennato, i beni consistevano in proprietà rustiche (terreni, bestiame ed attrezzi agricoli) ed urbane (case) per un importo non trascurabile e comunque importante anche perchè nacque il 22 febbraio del 1946 la fondazione " Zoe Brunetti" di Monte San Vito con la seguente finalità "Educando Semi-Convitto per massaie" Il fine: l'educazione e la istruzione delle fanciulle nella religione cristiana, negli studi e lavori femminili e nelle faccende domestiche, onde "esse possano diventare esemplari madri di famiglia". Il patrimonio della fondazione venne costituito proprio dal lascito fatto dalla signora Zone Brunetti fu Aristide, con il suo testamento pubblicato con atto il 7 maggio 1945.

A quel tempo: erano ammesse a frequentare la scuola le fanciulle residenti a Monte San Vito dai 12 ai 18 anni e la scuola veniva affidata e diretta dalla madre superiore dell'asilo infantile.

Da una ricerca, che è iniziata, solamente da poco, affascinante perchè si torna indietro nel tempo, si può pertanto risalire nel corso degli anni a fatti realmente accaduti e scrivere ancora un pagina di storia locale nel prossimo impegno per il 2015 alla scoperta della storia monsanvitese, a settant'anni dal lascito della fu Zoe.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2014 alle 13:11 sul giornale del 20 dicembre 2014 - 993 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, comune di Monte San Vito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adaQ





logoEV