Monte Roberto: 'Il sangue come nemesi', progetto e spettacolo a Pianello dei ragazzi del 'Beniamino Gigli'

2' di lettura 20/12/2014 - Il progetto che gli insegnanti della scuola superiore di primo grado dell’Istituto comprensivo “Beniamino Gigli” di Monte Roberto hanno proposto per sensibilizzare i ragazzi alla solidarietà nell’ambito della collaborazione con l’Avis di Moie, si è tradotto in un percorso dal titolo “Il sangue come nemesi”.

A tema la morte ed il sangue versato durante la prima guerra mondiale, di cui ricorre proprio quest’anno il centenario, su cui i ragazzi hanno fatto una ricerca di tipo storico-letterario per approdare alla riflessione sul valore che la vita assume di fronte al dolore generato dal conflitto. Il messaggio finale è la giustizia a cui giungono gli uomini degli schieramenti nemici quando si riconoscono per la loro identica umanità, diventando capaci di cantare ad un’unica voce la letizia e il trionfo della pace.

A coronamento del progetto gli alunni si sono esibiti in uno spettacolo che si è tenuto a Pianello Vallesina presso la Sala Polivalente venerdì 20 dicembre: letture tratte da documenti storici e letterari sono state intervallate dai commenti musicali dell’Orchestra della scuola e dal Coro dell’Istituto, espressioni peculiari dell’indirizzo musicale del “Beniamino Gigli”.

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Luisa Cascetti ha introdotto la manifestazione conferendo due borse di studio a ragazze che si sono contraddistinte per il loro impegno profuso nei tre anni di frequenza. Erano presenti i sindaci di Monte Roberto prof. Giampaoletti Gabriele e di San Paolo Barcaglioni Sandro e il vicesindaco di Castelbellino, Costarelli Massimo che nel loro intervento hanno sottolineato l’importanza della collaborazione tra istituzioni, associazionismo e famiglie per favorire la crescita di futuri cittadini pronti ad un impegno responsabile e solidale nella società.

Nell’intervento conclusivo, il presidente dell’Avis ha ringraziato gli insegnanti della scuola “che hanno lavorato tra loro con grande armonia. La speranza che ci porta ad investire risorse nei progetti con l’istituto è quella di incrementare il volontariato nel futuro”. Gli insegnanti hanno espresso soddisfazione per il lavoro di concertazione tra le varie discipline. Gli alunni dal palco hanno manifestato il loro entusiasmo oltre che la loro capacità e sono stati applauditi per l’impegno e il successo dell’attività significativa ed ambiziosa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2014 alle 10:06 sul giornale del 22 dicembre 2014 - 2079 letture

In questo articolo si parla di avis, spettacoli, monte roberto, pianello vallesina, Istituto Comprensivo Beniamino Gigli, il sangue come nemesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adc0