Quantcast

Pallavolo: la Lardini Filottrano senza fortuna a Rovigo

3' di lettura 26/12/2014 - Non basta la miglior versione esterna della Lardini, non basta l’apporto di oltre cento tifosi che spingono Filottrano dipingendo di fucsia il palasport di Rovigo. La Lardini si ferma ad un passo dal traguardo, non una ma tre volte.

Un triplo 25-22 che penalizza decisamente troppo la formazione di Paniconi, capace di una prova di ben altro spessore rispetto all’ultima casalinga con il Club Italia. Che la partita sia importante per entrambe le squadre lo si capisce subito dal numero di errori (sul 4-3 sono già quattro quelli in battuta, due per parte), ma è la Lardini a fare le cose migliori.

Il turno al servizio di Corazza produce un ace e i due muri di Villani e Martinelli che spingono Filottrano sul 4-7. Manfredini (6 punti) è un fattore in un primo set in cui la Lardini prova più volte la fuga: con due punti consecutivi di Stincone (11-13) e poi con Rita e Cavestro (13-15). E’ il turno al servizio di Guatelli a far cambiare direzione al parziale, ma Corazza prima stoppa il break di 5-0 (19-17) e poi riporta la Lardini a -1 (20-19). Il secondo servizio vincente nel set di Stincone fissa la nuova parità (a 22), la Lardini ha la palla per rimettere la testa avanti ma la sbaglia e la Manfredini la punisce (24-22). Brusegan chiude direttamente da zona-uno.

E’ una Lardini pimpante ed efficace al servizio: Corazza e Martinelli piegano la ricezione della Beng (5-6) che si affida come nel primo set al giro in battuta di Guatelli per scrivere il 14-11 sul tabellone. Ci pensa Villani a ridare gas: prima a muro e poi in diagonale, la schiacciatrice rilancia la Lardini (14-15). Corazza, che da queste parti è un’ex, buca il muro (16-17), spingendo la Lardini sul +2 (19-21). Siglerebbe anche il punto del 20-22, ma solo gli arbitri non si accorgono di un tocco a muro così evidente da far quasi “impennare” il pallone. La Lardini si smarrisce sul più bello, commettendo un paio di ingenuità (24-21) che finisce per pagare a caro prezzo (25-22).

In avvio di terzo set Rovigo trova nel muro una risorsa importante (6-3), ma Stincone non è da meno e Filottrano non molla di un centimetro. Cavestro è una mina inesplosa e dà grande energia a Filottrano, Feliziani raccoglie qualsiasi cosa le capiti a tiro, la fast di Martinelli riporta avanti la Lardini. Sul 14-15 la Puglisi si infortuna al ginocchio nel ricadere dal muro, la Beng reagisce (16-15), trova l’ace di Brusegan (18-16), la Lardini resta a contatto e il servizio di Malavolta è un assist che Martinelli non sbaglia (20-20). Guatelli e Manfredini confezionato il 23-21 e sul muro di Brusegan (24-21) si spengono definitivamente le speranze della Lardini. Peccato davvero.

BENG ROVIGO – LARDINI FILOTTRANO 3-0

PARZIALI: 25-22, 25-22, 25-22

BENG ROVIGO: Pincerato 2, Manfredini 11, Brusegan 4, Musti De Gennaro 13, Guatelli 8, Lotti 14, Zardo (L); Puglisi 1. N.e.: M’Bra, Crepaldi, Coan, Norgini (L2), Lisandri. All. Flisi.

LARDINI FILOTTRANO: Stincone 4, Cavestro 6, Martinelli 6, Rita 4, Corazza 12, Villani 13, Feliziani (L); Baroli, Malavolta, Argentati 1. N.e.; Carloni, Lupidi. All. Paniconi.

ARBITRI: Lolli e Piubelli.

NOTE: durata set: 24', 25', 27'; tot: 76'. Rovigo: battute sbagliate 8, battute vincenti 4, muri 6, ricezione positiva 58%; Filottrano b.s. 9, b.v. 6, mu. 5, ric. pos. 53%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-12-2014 alle 21:26 sul giornale del 27 dicembre 2014 - 919 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano, rovigo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/adn0





logoEV