Servizi sociali ed educativi, il bilancio del 2014 dell'assessore Marisa Campanelli

Marisa Campanelli 27/12/2014 - Il primo risultato nell’ambito dei servizi educativi è costituito dalla centralizzazione della mensa nelle scuole, con un servizio migliore e risparmi reali per le famiglie e per il comune, con una situazione di equità di trattamento per tutti i bambini, che mangiano alla stessa maniera.

Inizia così il suo bilancio di fine anno e di metà mandato, l'assessore Marisa Campanelli. Un altro importante passo, ufficializzato il mese scorso, è la dotazione dei defibrillatori nele scuole primarie di primo e secondo grado cittadine, ma anche l'inizio di una serie di corsi di primo soccorso, volti non solo ad educare e far conoscere ma anche a promuovere la cultura del soccorso.

Anche il piedibus, percorso per le scuole cittadine già esistente da alcuni anni, ha visto un miglioramento: oltre all'aumento dei piccoli che hanno aderito all'iniziativa, anche una segnaletica nuova.

"Uno dei risultati di cui sono maggiormente orgoligosa è quello ottenuto dai corsi di formazione per insegnanti, attivato dal comune, che ha visto la partecipazione di insegnanti da fuori regione -prosegue l'assessore - Inoltre Il comune ha aderito a tutti i progetti del Protocollo Unicef a favore dei minori".

Nell'ambito dei Servizi Sociali l'assessore Campanelli elogia l'operato dell’ASP - azienda servizi alla persona, il cui presidente in carica è Paolo Cingolani, consigliere comunale di Jesiamo e ora presidente della lista civica - "E' una struttura operativa e che eroga ottimi servizi, dai pasti a domicilio per anziani, alla diminuzione delle liste d’attesa per accedere ai servizi per disabili, l’assistenza educativa e domicialiere nei centri diurni.."

Nel frattempo sono iniziati i lavori al Maschiamonte mentre sono state definite le tempistiche per il completamento del Centro per l’autismo. "Inoltre - conclude la Campanelli durante la conferenza stampa di fine anno del sindaco e della Giunta di qualche giorno fa - abbiamo potenziato i servizi di assistenza al minore e sostegno all’affido familiare. Non dimentichiamo i risultati ottenuti dal progetto Sprecozero, con il riconoscimento nazionale. Nell'ambito delle Pari opportunità, abbiamo miglioriato l’operatività del Centro Antiviolenza, operativo all’interno della Casa delle Donne, nella quale lavorano come volontarie professioniste in gamba, cercando di dare un supporto nel gestire le emergenze di donne maltrattate.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2014 alle 14:50 sul giornale del 29 dicembre 2014 - 2121 letture

In questo articolo si parla di attualità, bilancio, jesi, comune, fine anno, cristina carnevali, marisa campanelli, assessore servizi alla persona, articolo, assessore ai servizi sociali ed educativi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adpc