Bollo per le auto storiche: il via libera della Finanziaria. Ecco le auto che si 'salvano'

Auto d'epoca 29/12/2014 - Le auto immatricolate tra il 1985 e 1995, finora esentate dal pagare il bollo, d'ora in poi non godranno dell’agevolazione secondo la nuova Legge di Stabilità approvata dal Governo Renzi.


Con l’introduzione della tariffa piena del bollo auto per le auto di età compresa tra 20 e 30 anni anche se inserite nelle liste perché non più considerate di interesse storico, alcuni collezionisti e proprietari dei veicoli interessati dalla manovra hanno pensato di fuggire verso l’estero, in particolare nei Paesi dell’Est, mentre molti si sarebbero già recati presso le Motorizzazioni Civili di ogni dove in Italia per restituire le targhe e rottamare le auto possedute in garage. A denunciarlo lo Sportello dei Diritti.

Finora, non erano interessati dal superbollo i veicoli di oltre trent'anni e gli autoveicoli di particolare interesse storico o le auto da collezione, costruite tra 20 e 30 anni fa, in possesso del riconoscimento dell’Asi (Auto-moto club storico italiano) o della Fmi (Federazione motociclistica italiana). Tali veicoli usufruivano infatti di un regime di favore, pagando la tassa automobilistica solo se circolanti, in base alla legge 21 novembre 2000, n. 342.

Il presidente Asi, Roberto Loi, aveva già espresso le sue preoccupazioni alla vigilia della votazione finale in Parlamento: “Con l’annullamento dei commi 2 e 3 della legge 342/2000 si azzera un settore. Quello che purtroppo mi rattrista di più ancora è che il patrimonio motoristico ricompreso nella datazione da venti a trent’anni, andrà distrutto, per demolizione, oppure venduto all’estero. Altro fatto non meno grave sono le conseguenze economiche che deriveranno agli imprenditori che operano nel settore”. Anche il Presidente, i Consiglieri, i Revisori ed i Commissari del CJMAE, il club jesino di moto ed auto d'epoca, nell’augurare ai soci un Buon Natale e felice Anno Nuovo, avevano manifestato la vicinanza alle parole del presidente Loi, auspicando “un ripensamento sulle punitive normative nei confronti del motorismo storico”.

Lo scorso 22 dicembre, con 307 voti favorevoli e 116 contrari la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la Legge di Stabilità 2015: sul bollo per le auto storiche, sparisce quindi l'esenzione per le auto comprese tra 20 e 30 anni, mentre si salvano le auto con più di 30 anni.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2014 alle 11:59 sul giornale del 30 dicembre 2014 - 3095 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, jesi, Automobili, auto, auto d'epoca, cristina carnevali, articolo, bollo, legge di stabilità 2015

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adrH


corrado catalani

30 dicembre, 18:51
OK allora non pagheremo affatto la tassa, TUTTI!!!!!!