contatori statistiche

Montecarotto:31esima rassegna nazionale della Pasquella, tra i gruppi anche otto giovanissimi cantori

2' di lettura 07/01/2015 - Contrada per contrada, casa per casa. Così l’antico rituale di questua è tornato puntuale a riecheggiare per le strade di Montecarotto a suon di organetti, tamburelli, fisarmoniche e persino strumenti a fiato.


La trentunesima rassegna nazionale della Pasquella svoltasi martedì 6 gennaio a Montecarotto è stata organizzata dal Centro Tradizioni Popolari, da La Macina e dal Comune di Montecarotto, con la collaborazione della Pro loco e Protezione Civile, della Provincia di Ancona e della Regione Marche.

La manifestazione, incoraggiata anche da una giornata soleggiata e non troppo fredda, ha visto la partecipazione di un pubblico numerosissimo, proveniente da tutta la regione che così ha potuto assistere ai canti e ai concerti spontanei dei dieci gruppi partecipanti. Durante la mattinata i gruppi hanno fatto il giro del centro storico e delle aree circostanti senza però trascurare la campagna, culla dei canti e delle danze della tradizione popolare. In questo modo i canti di buon auspicio per il nuovo anno sono giunti fino all’uscio delle case, e qui come vuole la tradizione, suonatori e cantori hanno ricevuto doni ed offerte.

A fine mattinata tutti i gruppi si sono ritrovati in piazza del Teatro per un concerto comunitario per poi recarsi presso la mensa scolastica, per la consueta colazione di saluto e ringraziamento offerta dall’amministrazione comunale.

Nel pomeriggio al Teatro Comunale è stata presentata La Pasquella a Teatro, coordinata da Giorgio Cellinese e Paola Ricci e curata da Gastone Pietrucci, direttore del Centro Tradizioni Popolari. Qui ogni gruppo ha presentato al pubblico tre canti popolari.

I canti propiziatori della Pasquella non rappresentano soltanto un augurio di benessere e di abbondanza – ha commentato il sindaco Mirco Brega durante il suo discorso – ma, specialmente al giorno d’oggi, anche un augurio di bontà d’animo e disponibilità verso gli altri”.

Da sottolineare per la prima volta quest’anno, la partecipazione di un piccolo gruppo di giovanissimi cantori di Montecarotto con età compresa tra i nove e i tredici anni aggregati al gruppo Il Macinino Scacciapensieri, che si sono esibiti in canti e stornelli popolari. Questi i loro nomi: Gaia Rossetti e Chiara Spoletini, Giacomo Filippetti, Alessandro Silenzi, Alessio Crognaletti, Riccardo Crognaletti, Damiao Solfanelli e Paride Grizi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-01-2015 alle 15:13 sul giornale del 08 gennaio 2015 - 1553 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, fabrizio filippetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/adHr