x

SEI IN > VIVERE JESI > SPORT
articolo

Calcio: Serie D, la Jesina è coriacea ma cade a Macerata

3' di lettura
1225

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it


La squadra di Bacci esce sconfitta dal campo della capolista Maceratese che grazie al gol di D'Antoni al 27esimo della ripresa si aggiudica il derby ed i tre punti in palio.

Buona cornice di pubblico all'Helvia Recina, sono infatti 1200 gli spettatori paganti con circa 100 tifosi venuti da Jesi per sostenere la propria squadra. Un derby atteso come al solito con una Jesina che priva di diverse pedine importanti, soprattutto nella zona offensiva dello scacchiere di Bacci, cercava di fare lo sgambetto alla Maceratese di mister Magi capolista con pieno merito del girone F del campionato di serie D.

I padroni di casa partivano subito forte e con Di Grazia (migliore in campo per distacco) al 14' e al 16' colpivano due volte i legni difesi dalla porta di Tavoni. La Jesina però è gagliarda e pronta a reagire e con Francia su punizione sfiora il gol, il numero 10 leoncello infatti con una magistrale punizione scheggia l'incrocio dei pali. Il risultato non cambia ma la partita è gradevole. La Jesina tiene bene il campo e cerca di ripartire mentre la Maceratese, malgrado la supremazia territoriale, non riesce comunque ad esssere pericolosa dalle parti dell'estremo difensore leoncello. Il primo tempo corre via vivace ma il il risultato non si sblocca, dagli spalti invece da segnalare uno striscione dei supporters jesini che si lamentavano del prezzo del biglietto portato a 12 euro dalla società di casa. Sicuramente una protesta civile e significativa che invita a far riflettere gli addetti ai lavori in questo periodo storico poco facile.

Nella ripresa la Maceratese ritorna in campo più tenace e vogliosa e riesce a mettere alle corde una Jesina che cerca di resistere in maniera ordinata e battagliera ma che, a differenza del primo tempo, non riesce più a ripartire.

Ci provano Kouko, Villanova e Romano ma ad avere più fortuna al 27' è bomber D'Antoni che punisce Tavoni da sotto misura sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il numero 9 di casa con l'opportunismo della grande punta si fa trovare al posto giusto al momento giusto e porta dunque avanti i suoi dagli sviluppi di un corner (saranno 12 a 0 a favore dei padroni di casa al termine del match).
Il gol da coraggio e verve alla capolista che sempre con D'Antoni sfiora il raddoppio, ma il 2 a 0 non arriva grazie ad un miracoloso salvataggio di Tafani a portiere battuto.

La partita scivola via veloce, troppo per gli uomini di Bacci che non riescono a rendersi mai pericolosi dalle parti di Saitta e che si affida ad Ambrosi allo scadere per l'unico vero tiro in porta della ripresa per la squadra biancorossa.

Le emozioni finiscono qui e la Maceratese vince una partita che nella ripresa ha quasi dominato, la Jesina da par suo non ha sfigurato ma le numerose assenze sono pesate in maniera forse decisiva nell'economia del match.

S.S. Maceratese- Jesina Calcio 1-0

Rete: 27 s.t. D'Antoni

Maceratese: Saitta, Cordova, D'Alessio, Croce, Garaffoni, Marini, De Grazia, Romano, D'Antoni (Bartolini), Villanova (Perfetti), Kouko All. Magi

Jesina: Tavoni, Tombari, Cardinali N., Brighi (Cardinali M.), Tafani, Tombari, Pierandrei, Frulla, Tittarelli (Toderi), Francia, Carnevali (Ambrosi)





Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2015 alle 17:28 sul giornale del 16 febbraio 2015 - 1225 letture