'La Grande illusione': il capolavoro di Jean Renoir alla rassegna su cinema e prima guerra mondiale

1' di lettura 22/04/2015 - Nell'ambito della rassegna su cinema e Grande Guerra, organizzata dal Comune di Jesi, domani (giovedì 23), alle ore 21,15 presso lo spazio teatrale de "Il Piccolo", nel complesso parrocchiale di San Giuseppe, sarà proiettato ad ingresso gratuito il fim di Jean Renoir "La grande illusione" (1937), presentato da Ero Giuliodori dell'Istituto Gramsci Marche.

Pochi film come questo hanno segnato la storia del cinema mondiale, restituendoci lo spirito di un'epoca, le idee che animavano la cultura europea del periodo "entre deux guerres" e raccontando la Prima Guerra Mondiale mentre il vecchio continente stava per sprofondare nella seconda. a pellicola. Liberamente ispirato alle esperienze realmente vissute dal regista Jean Renoir (nipote del famoso pittore Auguste) durante la guerra del 14-18, il film venne decretato da Goebbels come il "nemico cinematografico numero uno" e fu osteggiato dai regimi totalitari proprio perché ne minava l'ideologia e la retorica patriottarde. Nell'opera di Renoir la guerra viene smontata in poche graffianti battute come l’evento senza alcun senso e completamente contro la natura umana.

L'elemento più evidente nella poetica dell'opera è che il film non è solo contro la guerra, ma anche contro il concetto di sacrificio, di eroismo e contro una società ancora divisa da profonde barriere sociali determinate dal lignaggio oltre che dal censo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2015 alle 12:57 sul giornale del 23 aprile 2015 - 633 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, prima guerra mondiale, teatro il piccolo, la grande illusione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aipF





logoEV