'FotoResistente', ecco i premiati del concorso fotografico. La mostra prosegue fino a domenica

FotoResistente, il concorso fotografico ispirato al 70esimo della liberazione 2' di lettura 23/04/2015 - Mercoledì 22 aprile presso il Palazzo dei Convegni di Jesi è avvenuta la premiazione dei vincitori del concorso fotografico indetto, nell'ambito delle celebrazioni per il 70° anniversario della Liberazione, dalla sez. ANPI di Jesi.


Il concorso intitolato “Fotoresistente” aveva per tema “la Resistenza come fatto storico e le Nuove Resistenze intese come resistenza a qualsiasi atto che violi le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione”, era aperto alla partecipazione delle scuole e di singoli cittadini fotografi non professionisti e prevedeva due categorie di premi: un 1° e 2° premio per classi di studenti e un 1° e 2° premio per partecipanti singoli.

La giuria, composta dal fotografo Werter Zambianchi, dallo storico prof. Lorenzo Verdolini e da due componenti del direttivo dell'Anpi ha attribuito il 1° premio per classi, consistente in una fotocamera digitale e l'ingresso al Museo della Resistenza di Falconara, alla classe III C della scuola media Lorenzini di Jesi; e il 2° premio, consistente nell'ingresso della classe al Museo della Resistenza di Falconara, ex aequo alla classe II E dell'IIS “Galilei” di Jesi e alla classe II C dell'istituto comprensivo “Mazzini” di Castelfidardo. Per la categoria di partecipanti singoli il 1° premio, consistente in un buono acquisto da €100 di materiale fotografico e in un abbonamento alla rivista dell'ANPI “Patria indipendente” è stato vinto dalla signora Anna Rita Camerucci e il 2° premio, consistente in un buono acquisto da €50 di materiale fotografico è stato attribuito alla signora Susanna Ciummelli.

Tutte le foto inviate rimarranno esposte in mostra al Palazzo dei Convegni fino a domenica 26 aprile. L'ANPI ringrazia i partecipanti ed esprime la sua soddisfazione per il fatto che le scuole ogni anno di più danno vita a iniziative orientate alla conoscenza della storia e dei fatti locali legati alla lotta di Liberazione.

Quest'anno, proseguendo una tradizione iniziata dalla scuola media Lorenzini, le quattro scuole medie di Jesi parteciperanno alla “Memoria in bici” che il 25 aprile, partendo dal monumento degli Orti Pace arriverà in zona Minonna presso il cippo che ricorda l'uccisione di civili innocenti e quindi al cippo Martiri che ricorda sette giovani antifascisti massacrati e infine in via Suor Mannori dove furono fucilati due partigiani. I ragazzi in bici apriranno poi il tradizionale corteo del 25 aprile, dall'Arco Clementino alla sede comunale, dove altri ragazzi delle scuole superiori prenderanno la parola nella cerimonia per la Liberazione: i giovani sono sempre più i protagonisti di questa Festa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2015 alle 17:18 sul giornale del 24 aprile 2015 - 733 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aiuY





logoEV