'Io e Francesco', il nuovo libro del giornalista jesino Giancarlo Esposto

Io e Francesco, il libro di Giancarlo Esposto 4' di lettura 12/05/2015 - Da alcuni giorni è disponibile nelle librerie il nuovo romanzo del nostro amico e collega Giancarlo Esposto, dal titolo “Io e Francesco”, edito dalla Prospettiva Editrice di Civitavecchia.


Io e Francesco” è la storia di Giovanni, uno di quei giornalisti che hanno sempre la valigia pronta dietro alla porta, perché in piena notte può arrivare una telefonata dal giornale e devi prendere il primo aereo, perché c’è stato un attentato alla stazione Atocha di Madrid. Oppure c’è stato un terremoto in Turchia o magari devi metterti subito in auto perché è scoppiato un treno carico di gpl alla stazione di Viareggio. Da inviato speciale Giovanni aveva perfino rischiato la vita per raccontare gli orrori della guerra di Bosnia.

Dopo aver passato una vita a parlare di morte e di morti, a sfidare la morte per un assurdo destino era in gioco la sua vita, aveva scoperto di essere gravemente malato.
Quello che poteva essere il suo ultimo viaggio, per scrivere il suo ultimo articolo, lo aveva portato prima a Madrid, poi a Lisbona, quindi a Fatima. Là aveva incontrato Francesco, un uomo anziano dall’età indefinibile, che sembrava aspettare proprio lui: “Tu non sei capitato a caso qui a Fatima. Non sei venuto per pregare, sei venuto per dare un senso alla tua vita, ma soprattutto alla tua morte”.
Quell’incontro avrebbe cambiato per sempre la sua vita.

I temi principali di questo racconto sono la guarigione del corpo, ma soprattutto dell’anima.

Giancarlo Esposto, iscritto all’Albo dei Giornalisti dal 1985, è noto per la sua attività di giornalista sportivo. Ha pubblicato diversi libri di sport, ora si è cimentato con la narrativa, un genere completamente nuovo per lui.

“Questo libro non è arrivato per caso, è il coronamento della mia ricerca di spiritualità. Quando scrivo mi sento come un pittore che dipinge, come un cantante che scrive una canzone. Riesco a aprire il cuore, mettermi a nudo, raccontare cose, descrivere sentimenti che difficilmente riuscirei a esprimere direttamente con le parole. Di tempo ne è passato molto da quando mi sono iscritto all'albo dei giornalisti, ma non ho smesso mai di coltivare questa mia passione, con l’unico rammarico di non essere riuscito a trasformarla in una vera professione". Così racconta Esposto di come sia arrivato il suo nuovo libro.

Ne ha scritti altri di libri, Giancarlo, che raccontano proprio le sue memorie di giornalista: “Parola di giornalista” e “Parola di giornalista 2”. "Ho raccontato fatti, ma anche aneddoti, cercando, per quanto possibile, di strappare qualche sorriso ai lettori".

Poi arriva un libro totalmente diverso, “Io e Francesco”, un libro di genere narrativa. "Era da qualche tempo che pensavo di scrivere qualcosa di più “impegnato”, che non riguardasse lo sport. Desideravo scrivere una storia all’insegna della spiritualità, guidata da forti sentimenti, così ho pensato che non poteva esserci un posto migliore di Fatima per ambientare l’epilogo del racconto. La cosa più curiosa è che di questa storia ho scritto per prima la fine, poi, intorno, ho costruito tutto il resto".

Un libro che parla di un persorso spirituale: "In apparenza sembrerebbe autobiografico, visto che Giovanni, il protagonista, è un giornalista, però lui non si occupa di sport, si occupa di cronaca. E’ uno di quei giornalisti che hanno sempre la valigia pronta dietro alla porta, perché in piena notte può squillare il telefono e deve imbarcarsi sul primo aereo o tirare fuori la macchina dal garage per partire in fretta e furia. Un giornalista che nella sua vita professionale si è abituato a parlare di morte e di morti; poi arriva un giorno in cui scopre di essere gravemente malato e questa notizia lo sconvolge. Di autobiografico c’è, al limite il riferimento a luoghi e paesi in cui sono stato", spiega l'autore.

Il racconto è impreziosito dalla prefazione del noto giornalista jesino Giacomo Galeazzi, vaticanista del quotidiano “La Stampa”.

Come trovare il libro:

http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_product=284&controller=product

http://www.ibs.it/code/9788874188826/esposto-giancarlo/io-e-francesco.html?gclid=CLzjv7HAjsQCFebKtAodRjsAfQ

http://vaticaninsider.lastampa.it/recensioni/dettaglio-articolo/articolo/fatima-fatima-fatima-39531/

http://www.unilibro.it/libro/esposto-giancarlo/io-e-francesco/9788874188826

http://www.amazon.it/Io-e-Francesco-Giancarlo-Esposto/dp/887418882X/ref=sr_1_cc_8?s=aps&ie=UTF8&qid=1426232541&sr=1-8-catcorr&keywords=esposto+giancarlo

http://www.lafeltrinelli.it/libri/esposto-giancarlo/io-e-francesco/9788874188826


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2015 alle 17:14 sul giornale del 13 maggio 2015 - 1754 letture

In questo articolo si parla di cultura, jesi, libro, cristina carnevali, articolo, giancarlo esposto, io e francesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aji4