x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
articolo

Puliamo il mondo, le iniziative coinvolgono studenti e scout

2' di lettura
910

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it


Puliamo il mondo 2015
Tornano le giornate organizzate da Legambiente "Puliamo il mondo": il 25 e il 26 settembre sono tante le iniziative in Italia e a Jesi per sensibilizzare soprattutto i più giovani alla lotta la degrado cittadino e alla eliminazione dei rifiuti dalle aree verdi e dalle strade.

La campagna che ha preso il via nel 1993, è il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale che lo scorso anno ha coivolto solo in Italia 600mila volontari in 1.700 comuni. Sono state ben 4.000 le aree ripulite dai rifuti abbandonati.

Questa edizione a Jesi vede coivolti gli alunni delle scuole jesine e il gruppo scout provinciale coordinato da JesiServizi nelle iniziative di "Jesi ecologica".

"Puliamo il mondo è uno stimolo ad aumentare la raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti", ha commentato così la presidente di Legambiente Marche Francesca Pulcini.
L'iniziativa, promossa dall'assessore all'ambiente Cinzia Napolitano, è partita venerdì 25 settembre: dalle 9 alle 14.30 sono stati puliti i parchi al plesso Collodi di viale Verdi, al Perchi di via Musone e al Conti di via Cialdini.

Si prosegue sabato 26, dalle ore 9.30: gli alunni del Mestica, Collodi e Savoia saranno impegnati a ripulire gli Orti Pace, piazzale dei Partigiani e il Torrione di Mezzogiorno.

"Per gli studenti pulire le aree verdi nelle proprie scuole, significa responsabilizzarsi e essere incentivati a non sporcare i propri giardini - commenta l'assessore Napolitano.

Ma non sono solo gli studenti ad essere coinvolti nell'iniziativa. Domenica 27 infatti toccherà agli scout del gruppo provinciale, coordinati da JesiServizi, a pulire altre aree verdi della città: il parco del Ventaglio, il Parco Granita di via San Giuseppe, le aree verdi del centro commerciale Arcobaleno, di viale Don Minzoni e di viale dell'Industria.



Puliamo il mondo 2015

Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2015 alle 15:53 sul giornale del 26 settembre 2015 - 910 letture