x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Maiolati: Comitato dei diritti civici ' Inaccetabile che il Comune ignori ancora la salvaguardia della salute di intere famiglie'

3' di lettura
914

da Comitato difesa diritti civici, legalità e beni comuni


comune di maiolati sp.
Durante la conferenza stampa tenutasi presso la sede di ACU Marche, i rappresentanti del Comitato difesa diritti civici, legalità e beni comuni hanno ribadito quanto segue: Sia il proponente (comune) che il procedente (provincia) nell’audizione pubblica non hanno risposto alle nostre richieste e sembrano intenzionati ad ignorare i nostri legittimi diritti. Cio' nonostante le 200 diffide firmate dalle famiglie del territorio e la presentazione della piattaforma delle rivendicazioni delle stesse famiglie aderenti al comitato.

Il Comune si ostina a non dare risposte alle legittime richieste di salvaguardia dei diritti alla salute alla sicurezza ed alla proprietà. Gli argomenti presentati, in tale occasione, dai funzionari pubblici addetti sono apparsi sostanzialmente invalidi, pregni di burocratica presunzione, fortemente contestati dal numeroso pubblico presente; degni, in una parola, della meschina figura fatta. Durante l’audizione è emerso il problema della durata del procedimento, aperto fin da agosto 2013. Intendiamo chiedere al Presidente della Provincia come intende tutelare i cittadini affinchè siano rispettati i termini di durata del procedimento previsti dalla legge, anche per rispetto dei diritti dei terzi sopra citati, danneggiati da una perdurante incertezza. Chiederemo altresi' che il Presidente garantisca il diritto delle famiglie e del loro Comitato di essere soggetto attivo, e quindi convocato, alla Conferenza dei servizi, qualora questa fosse convocata.

Il Comitato ha chiesto ai Sindaci, ai capigrupppo consiliari, ai consiglieri provinciali e regionali, ai deputati di partecipare ad un incontro pubblico alle ore 21,00 di domenica 4 ottobre presso il teatro comunale “Beniamino Gigli” di Castelbellino. In quella sede presenteremo, oltre alla piattaforma di autotutela, una proposta di delibera (atto di indirizzo amministrativo) da adottare per ribadire il rispetto dei principi di precauzione, concertazione e celerità, già vigenti in quanto dettati da direttive europee, ma troppo spesso disattesi dai nostri rappresentanti, sia elettivi che nominati per concorso. Ribadiamo la necessità che gli enti adottino, come buona prassi, la VIS, VALUTAZIONE DI IMPATTO SANITARIO, per ogni impianto potenzialmente insalubre e dannoso per la salute dei cittadini.

Questo richiede, ovviamente, la verifica dello stato attuale della salute degli stessi cittadini, operazione effettuabile unicamente mediante apposite indagini epidemiologiche, ad oggi del tutto assenti. Ricordiamo che i Sindaci conservano tutt’ora il ruolo di primi ufficiali sanitari del territorio. Dopo l’incontro con i rappresentanti dei cittadini, indiremo a Moie un incontro pubblico per fare il punto della situazione, per verificare l’attenzione rivolta dai nostri rappresentanti ai problemi sollevati dalle famiglie aderenti al Comitato, per intraprendere le opportune iniziative nel caso che le orecchie dei nostri "rappresentanti" si dimostrassero del tutto assimilabili a quelle dei proverbiali "mercanti in fiera".

Abbiamo chiari i nostri diritti e nessun ampliamento della discarica potrà essere fatto, se non salvaguardando salute e patrimonio, nè senza rispondere alle nostre richieste fatte, appunto da Cittadini e non sudditi.



comune di maiolati sp.

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2015 alle 21:29 sul giornale del 29 settembre 2015 - 914 letture