Quantcast

Ecco la dieta dell'autunno: scopriamo in benefici di frutta e verdura autunnali

La dieta dell'autunno 4' di lettura 20/10/2015 - In autunno, si sa, cadono le foglie ed è anche il periodo in cui si ritorna alle normali attività lavorative, il clima cambia, le giornate si accorciano, l’intensità della luce solare diminuisce… Sono questi tutti fattori che, di per sé, non aiutano di certo il nostro umore.



Per ovviare a questo, il cervello sviluppa una sostanza, la melatonina, responsabile dell'attrazione verso i dolci e i carboidrati, che inevitabilmente conducono ad aumento di peso, spossatezza e pesantezza. La natura come sempre ci tende una mano e in questo periodo dell’anno ci offre moltissime scappatoie per rinforzare e disintossicare il nostro organismo. Vediamo insieme i benefici dei frutti e degli ortaggi tipicamente autunnali.

La Mela
Miniera di fibre, vitamine e sali minerali è un alimento ricco di sostanze antiossidanti che aiutano a ritardare l’invecchiamento. Inoltre la mela è diuretica, digestiva e depurativa. Contiene pectina che aiuta gli intestini più pigri. Contiene anche molto calcio, magnesio e potassio. Per avere a disposizione la maggior quantità possibile di vitamine, soprattutto vitamina C, bisogna consumare questo frutto molto maturo.

Il Mirtillo Nero
Questo frutto è ricchissimo di acido folico e potassio. Utile in caso di artrosi e artrite, ha un’azione astringente sull’intestino e per questo è molto consigliato in caso di diarrea. Il mirtillo nero è preziosissimo per la salute degli occhi perché contiene un’elevata quantità di antociani, efficaci nella prevenzione dei disturbi dell’occhio. I mirtilli contengono tannini e antociani che oltre a conferire il colore a questo frutto, hanno una funzione benefica sul microcircolo rinforzando i capillari, il tessuto connettivo che sostiene i vasi sanguigni di cui migliorano l’elasticità ed il tono.

La Melagrana
Il suo succo è perfetto da consumare in autunno per restituire energia e combattere l’affaticamento tipico del cambio di stagione. La melagrana è un potente antiossidante, riparatore delle cellule e la sua azione immunostimolante è tale da poterlo considerare uno dei migliori cibi che l’autunno ci offre.

L’Uva
E’ un potente antiossidante, è disintossicante, facilita il transito intestinale e ha un effetto drenante. L’uva è ricca di vitamine, di sali minerali come potassio, calcio, zinco, rame e fosforo. Ricca di zuccheri facilmente assimilabili, è indicata in caso di affaticamento perché molto energetica. Da tener presente che l’uva nera ha proprietà antiossidanti maggiori rispetto all’uva bianca.

Le Castagne
Alimento dal valore nutritivo altissimo, sono un ottimo ricostituente e una fonte di energia, nonchè eccellenti rimineralizzanti grazie alla presenza di minerali quali zolfo, magnesio, potassio, fosforo. Le castagne possono essere sostituite a pane o pasta per l’alta concentrazione di carboidrati, zuccheri e proteine. La sua farina può essere utilizzata anche per la preparazione di gustosi dolci autunnali.

La Zucca
Ricca di betacarotene, di zuccheri e sali minerali soprattutto potassio. Nonostante il suo alto potere saziante la zucca ha pochissime calorie ed è per questo molto indicata per chi deve perdere peso. Antiossidante, e ricostituente è consigliata in caso di astenia e va benissimo per i bambini che solitamente la amano molto per il gusto dolce e per il suo colore sgargiante. La zucca ha buone proprietà lassative ed ha un’azione depurativa.

Il Topinambur
E’ un tubero ancora poco conosciuto ed utilizzato dalle caratteristiche diuretiche, toniche e digestive. Il topinambur è ricco di vitamina A e B e di ferro. Essendo una miniera di inulina, aiuta ad abbassare il livello di assorbimento da parte dell’intestino degli zuccheri e del colesterolo, per questo motivo è molto indicato sia per i diabetici sia per chi ha la tendenza ad avere il colesterolo altro. Può essere consumato sia crudo in insalata, che cotto.

Gli Spinaci
Gli spinaci sono molto ricchi di ferro, che tuttavia non è facilmente assimilabile a causa dell’acido ossalico (importante quindi associali al succo di limone). Sono invece preziosi per l’elevata quantità di acido folico e di vitamine B e C. Questo ortaggio apporta anche una buona quantità di clorofilla, utile in caso di anemia, per depurare il fegato e come ricostituente generale.

Cavolfiore, Cavolo, Cavoletti di Bruxelles, Cavolo verza
I cavoli sono tutti ricchissimi di minerali, soprattutto il cavolo verza. Cavoli e cavolfiori sono antibatterici,immunostimolanti e, se consumati a crudo, sono alimenti antietà. Per il loro contenuto di fibra aiutano l’intestino in caso di stitichezza. Fonte di vitamina C (se consumati crudi) di ferro e di potassio. Grazie al loro elevato contenuto di calcio sono una delle maggiori fonti vegetali di questo minerale e sono quindi molto consigliati per i bambini e come prevenzione dell’osteoporosi.


dalla dott.ssa Michela Abbatelli
Biologa Nutrizionista
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2015 alle 18:38 sul giornale del 21 ottobre 2015 - 4007 letture

In questo articolo si parla di attualità, Michela Abbatelli, biologa nutrizionista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apsF

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Salute





logoEV
logoEV