Pallavolo: ancora una trasferta amara per la Lardini, a Soverato finisce 3a1 per le padrone di casa

02/11/2015 - Provare a gettare il cuore oltre l’ostacolo stavolta non basta. La Lardini ci prova, lotta, si danna l’anima, ma dopo una settimana di pura passione esce sconfitta (3-1) dal campo di un Soverato che continua la sua marcia a punteggio pieno.

Alle assenze di Villani e Cavestro, la Lardini deve fare i conti con i problemi alla schiena di Agrifoglio, in campo stringendo i denti. Eppure Filottrano, ad eccezione del primo set, resta sempre in partita, ma nei finali di terzo e quarto set gli manca un po’ di lucidità per raccogliere un risultato positivo.

L’avvio di gara è complicato per una Lardini che trova il campo avversario con la sola Kiosi (suoi i primi 4 punti di Filottrano) di fronte ad un Soverato che con il muro di Travaglini e il servizio di Begic scava un solco consistente (12-4). Moneta prova a dare la scossa ad una Lardini che però non trova continuità e fatica a contenere l’attacco di Soverato. Coach Pistola chiama in campo Giuliodori, al rientro dopo il risentimento muscolare anche se ancora non al meglio, ma è il turno al servizio (con due ace) di Begic a consentire l’allungo decisivo (21-9) alle padrone di casa. Nel finale di set Kiosi e un muro di Agrifoglio alleggeriscono un po’ il disavanzo, reazione propedeutica ad un secondo gioco di tutt’altro tenore, in cui la Lardini parte bene (1-3 con l’ace di Cogliandro), aumenta la tenuta difensiva e mette in moto Coppi. Il muro risolleva Soverato (14-11), ma nel cuore del set la Lardini piazza un sostanzioso break di 10-1 (da 15-13 a 16-23) chiuso da un pallonetto di Moneta. L’1-1 lo sigla Kiosi e tiene accesa una Lardini che, sul servizio di Giuliodori, spegne sul nascere il tentativo di fuga di Soverato (7-4) in avvio di terzo set e con due muri di Cogliandro (per la centrale anche un positivo 60% offensivo) mette la testa avanti (9-10).

La squadra di Secchi ritrova ritmo in attacco (15-13), Filottrano non abbassa la guardia (18-19), ma nel momento topico del parziale commette qualche errore di troppo: Soverato piazza l’allungo (23-19) che risulta decisivo, perché Donà e un attacco out delle fucsia fissano il 25-20 sul tabellone. Pistola vuole una Lardini più determinata, tanto da chiedere time-out già in apertura (2-0) della quarta frazione: in cattedra sale Cogliandro (4-6), ma è il muro di Begic a invertire ancora il corso del set (9-8). Filottrano resta incollata a Soverato fino al break locale (18-14) sul turno al servizio di Fresco. Lardini tutt’altro che arrendevole: Giuliodori dimezza lo strappo (20-18), Moneta a muro lo azzera (20-20). Ma nel finale punto a punto è il muro di Travaglini (23-21) a fare da ago della bilancia, Fresco e Begic chiudono il match.

VOLLEY SOVERATO – LARDINI FILOTTRANO 3-1

VOLLEY SOVERATO: Cumino 2, Fresco 20, Travaglini 9, Nardini 4, Donà 7, Begic 19, Mastrilli (L); Bertone 4, Vietti, Pirv 1, Lupidi 1. N.e.: Caforio (L2). All. Secchi - Stella.

LARDINI FILOTTRANO: Agrifoglio 2, Kiosi 24, Cogliandro 15, Rita, Moneta 10, Coppi 5, Feliziani (L) 1; Giuliodori 5. N.e.: Barzetti, Stincone, Villani, Pirro. All. Pistola - Lionetti.

ARBITRI: Guarneri (Me) e Palumbo (Cs).

PARZIALI: 25-15 (23’), 19-25 (26’), 25-20 (29’), 25-22 (31’).

NOTE: Soverato, battute sbagliate 5, battute vincenti 4, muri 15, ricezione 65%. Lardini: b.s. 8, b.v. 5, mu. 6, rice. 61%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2015 alle 08:23 sul giornale del 03 novembre 2015 - 634 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano, moneta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apVP