Mailati Spontini: domenica 8 novembre si celebrerà la Festa dell'Unità Nazionale

bandiera italiana 3' di lettura 06/11/2015 - L’Amministrazione comunale ha deciso di celebrare la festa dell’Unità nazionale e delle forze armate con tre diversi momenti, in altrettanti luoghi del terrorio comunale, l’ultimo dei quali avrà come teatro il “Parco della Rimembranza”, nel capoluogo collinare, e vedrà la partecipazione degli alunni delle classi quinte della scuola primaria di Moie. Anche quest’anno, quindi, il Comune ha voluto dare un significato particolare alle commemorazioni del 4 Novembre, puntando sulla partecipazione e sul coinvolgimento dei giovani.

Le celebrazioni si svolgeranno domenica 8 novembre e avranno come prime tappe le frazioni di Moie e Scisciano. A Moie, alle 8 e 30, ci sarà la messa in suffragio per i caduti di tutte le guerre nella chiesa Santa Maria, da dove muoverà il corteo, accompagnato dalla banda musicale “L’Esina”, diretto al monumento ai Caduti. Qui, dopo la deposizione di una corona, sono previsti i discorsi ufficiali del primo cittadino Umberto Domizioli e del sindaco del consiglio comunale dei ragazzi Giulia Nisi. Lo stesso rituale sarà ripetuto a Scisciano alle ore 10 e 30, poi la commemorazione si sposterà, alle ore 11 e 30, nel capoluogo.

Dopo la messa nella chiesa di Santo Stefano, il corteo, accompagnato stavolta dalla Filarmonica “G. Spontini” di Maiolati, arriverà nel “Parco della Rimembranza”, nei pressi del parco Colle Celeste. Qui ci sarà l’inaugurazione della targa che ricorda i 67 caduti di Maiolati Spontini della prima guerra mondiale. Ad animare la manifestazione saranno i bambini della scuola primaria che nel precedente anno scolastico hanno portato avanti un progetto rivolto alla riscoperta e alla valorizzazione dei luoghi della memoria. Si tratta del concorso regionale “Pietre della memoria”, che nell’edizione 2014-2015 ha visto vincitore proprio l’Istituto comprensivo di Moie. In quell’occasione erano stati censiti monumenti, lapidi e parchi collegati alla memoria dei fatti delle due guerre mondiali. I bambini hanno scoperto l’esistenza del Parco della Rimembranza di Maiolati Spontini, hanno cercato informazioni, hanno fotografato e studiato gli alberi piantati per ricordare ognuna delle vittime maiolatesi della Grande Guerra.

L’idea di creare in tutti i centri abitati d’Italia un Parco o un Viale della Rimembranza, per ricordare e onorare i caduti della prima guerra mondiale, fu lanciata nel 1922 da un sottosegretario alla Pubblica istruzione, Dario Lupi. Il rito di piantare gli alberi doveva essere compiuto dalle scolaresche affinché manifestassero la riconoscenza ai caduti della propria città. Successivamente, i Viali e i Parchi della Rimembranza furono dichiarati pubblici monumenti. Il Parco di Maiolati Spontini è stato progettato nel 1923, contemporaneamente alla costruzione del monumento ai caduti. Fu completato e intitolato, però, solo nell’agosto del 1928. Nell’area verde, ricavata congiungendo un terreno acquistato da un privato nel 1927 con quello dell’edificio scolastico, vennero piantati tanti alberi quanti erano stati i caduti maiolatesi nella prima guerra mondiale. Negli anni seguenti, con piccole cerimonie che coinvolgevano prevalentemente gli alunni delle scuole, vennero aggiunti altri alberi e sostituiti quelli che non avevano attecchito. Alle cerimonie parteciperà anche la sezione di Moie dell’Associazione combattenti e reduci.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2015 alle 15:06 sul giornale del 07 novembre 2015 - 3433 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, bandiera italiana, festa dell'unità nazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ap9p