Fondo sociale, Jesiamo: 'Pd non provi a travisare la realtà'

Logo Jesiamo 11/11/2015 - Il segretario del Pd non ci provi nemmeno a travisare la realtà.

C'era il Sindaco di Jesi e con lui tutti i Sindaci delle città dei vari Ambiti delle Marche - in gran parte a guida Pd - all'incontro di due mesi fa in Regione dove il presidente Luca Ceriscioli ha comunicato che stavano raschiando il barile e che, nella migliore delle ipotesi, si sarebbe riusciti a finanziare appena la metà dei soldi promessi ai Comuni nel 2015.

Se oggi la Giunta regionale è riuscita a trovare non i 33 milioni previsti, ma comunque 29 (e dunque con 4 milioni in meno che saranno a carico dei Comuni) questo lo si deve alla costante azione di sensibilizzazione partita proprio dal territorio di Jesi e della Vallesina con l'Azienda Servizi alla Persona.

L'Amministrazione comunale di Jesi e tutti coloro che si sono mobilitati per ottenere quanto dovuto non lo hanno fatto per una gratuita polemica, ma proprio per sollecitare le forze politiche a fare in fretta, perché i Comuni non ce la facevano più a poter garantire i servizi senza le risorse che erano state promesse. Siamo contenti che questa azione abbia dato i risultati sperati, anche se ora si apre il dibattito per il futuro.

Chi gioca sulla pelle dei più deboli, tagliando, poi promettendo, poi in extremis restituendo solo in buona parte il maltolto, recuperandolo da sprechi mai evidentemente finora rilevati, non è certo il Comune di Jesi, ma chi ha capito che su questa situazione delicata, di "notevole impatto" e di "reale disagio" ci avrebbe, con molta probabilità, rimesso dei voti preziosi. E la evidente campagna in atto, così come il modo con cui viene proposta, ne sono semplicemente la riprova!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2015 alle 00:01 sul giornale del 12 novembre 2015 - 931 letture

In questo articolo si parla di attualità, fondo sociale, Jesiamo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqhT





logoEV