Quantcast

Sabato incontro con Pino Scaccia, 'Kabul, la città che non c'è'

Pino Scaccia 1' di lettura 19/11/2015 - “Sei ancora quello della pietra e della fionda, uomo del mio tempo…T’ho visto eri tu, con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio”.

l verso di Salvatore Quasimodo inserito nell’ultimo foglio del calendario federiciano 2015 esprime compitamente, come solo la poesia sa fare, il messaggio culturale che il programma della Fondazione Federico II di Jesi vuole trasmettere. L’essere umano del XXI secolo, con tutto il suo progresso e la tecnologia a disposizione, non  è cambiato affatto e continua imperterrito nel suo cammino di conflitti e di odio.

In questa ottica, sabato 21 novembre, alle 17.30, nella sede della Fondazione si terrà un incontro dibattito con Pino Scaccia, intitolato “Kabul, la città che non c’è. Rapporto sull’Afghanistan”.

Scaccia è uno degli inviati storici del Tg1 Rai, un giornalista che ha seguito, sempre in prima linea, i più importanti avvenimenti degli ultimi trent’anni: dalla prima guerra del Golfo al conflitto serbo croato, dalla disgregazione dell’ex Unione Sovietica fino alla crisi in Afghanistan, oltre al difficile dopoguerra in Iraq  fino alla rivolta in Libia








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2015 alle 20:54 sul giornale del 20 novembre 2015 - 1281 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqF1





logoEV
logoEV