Cupramontana: preleva col postamat di un parente, denunciato 55enne

Postamat 26/11/2015 - I militari della Stazione Carabinieri di Cupramontana, al termine di un’attività d’indagine, hanno scoperto il colpevole di un prelievo fatto col postamat, di cui la vittima, un cittadino cuprense, aveva denunciato non un furto ma la clonazione.

Tutto poteva immaginare, persino la clonazione, ma non che fosse stato proprio un parente a prendergli di nascosto carta e codice pin per rubargli il denaro dal conto. Invece è stato un 55enne, M.A., anche lui di Cupramontana, ad approfittare della fiducia riposta in lui per la parentela, a prelevare furtivamente 500 euro.

La vittima si è accorta dell’ammanco solo verificando il saldo e quindi, ritenendo di aver subito la clonazione della carta si è rivolto ai Carabinieri della Stazione di Cupramontana denunciando l’indebito prelievo di quella somma.

Le indagini, svolte anche visionando una serie di telecamere posizionate nei pressi dell’ATM utilizzato per il prelievo, hanno invece smascherato il colpevole, proprio un parente che ora dovrà rispondere di furto e di indebito utilizzo di carte di pagamento.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2015 alle 17:53 sul giornale del 27 novembre 2015 - 1078 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, furto, cupramontana, prelievo, postamat, cristina carnevali, articolo, parente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqWG