Quantcast

M5S, 'Multiservizi e .. la gara del gas: il sindaco esiga verifica su correttezza e regolarità delle procedure Edma"

Edma 5' di lettura 27/11/2015 -



Fatturato consolidato di 270 milioni di euro, 85 milioni di patrimonio netto, 120 dipendenti, 190mila clienti per la vendita di gas ed energia elettrica e 150mila punti gas distribuiti in cinque regioni del Centro Italia (cfr. da il Sole24Ore del 05.08.2014 “Nasce EDMA, la società luce e gas del Medio Adriatico”)

In tale società la nostra Multiservizi ha conferito sostanzialmente il ramo di attività relativo alla vendita del gas, prima costituito dalla partecipata Prometeo spa. La costituzione di tale società era finalizzata alla partecipazione alla gara per la gestione del servizio del gas che avverrà obbligatoriamente nei prossimi anni per tutti gli ambiti territoriali (nel nostro caso, l’ambito coincide più o meno con il territorio della Provincia di Ancona). Su mandato della assemblea dei soci di Multiservizi spa del 27.12.2013 sono state avviate le procedure che hanno portato alla costituzione della società EDMA spa, assieme alla società toscana ESTRA spa; come detto, Multiservizi ha di fatto conferito in EDMA spa le proprie partecipazioni in Prometeo spa (cfr. Verbale Assemblea Soci Multiservizi spa del 27.12.2013).
L'indirizzo da esprimere in sede di assemblea dei soci di Multiservizi spa per la costituzione di EDMA spa è stato dato dai Consigli Comunali ai rispettivi sindaci, membri della assemblea dei soci, mediante apposite delibere approvate indicativamente nel novembre/dicembre 2013, sulla base di uno schema di delibera presumibilmente pervenuto dalla Multiservizi stessa.

Il 13 agosto di quest’anno il Collegio dei Revisori del Comune di Ancona ha rilevato gravi ipotesi di irregolarità nella delibera di indirizzo del Consiglio Comunale di Ancona del 20.12.2013, propedeutica a dare mandato al Sindaco di Ancona di esprimere parere favorevole alla costituzione di EDMA ed a tutta l'operazione di conferimento del “settore gas” di Multiservizi nella nuova società (cfr. Verbale Collegio dei Revisori del Comune di Ancona n. 85 del 13.08.2015) In estrema sintesi, le irregolarità presunte dai Revisori dei Conti di Ancona riguarderebbero l'aver considerato tale delibera di Consiglio Comunale un "mero atto di indirizzo" e quindi non averla corredata dei dovuti pareri istruttori tecnici e di regolarità contabile previsti dall’ art.49 del TUEL http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2000-08-18;267%21vig=(Testo Unico degli Enti Locali, Dlgs. 267/2000), togliendo in seguito sostanzialmente alle decisioni del Consiglio l'ambito economico delle operazioni societarie ed operando così una sottrazione dal controllo del Comune delle attività economiche intraprese dal gruppo Multiservizi. Tale delibera approvata dal Comune di Ancona risulterebbe probabilmente essere del tutto simile o analoga a quelle approvate anche in diversi altri comuni e, pertanto, le criticità rilevate dal Collegio dei Revisori di Ancona potrebbero verosimilmente essere le medesime in tali altri comuni soci in cui l'atto è stato approvato.

In tale eventualità, tutta l'operazione di costituzione di EDMA spa rischierebbe di essere viziata “all’origine” dalla presenza di un atto ad essa presupposto, propedeutico ed imprescindibile per il quale risultano forti ipotesi di irregolarità.

A Jesi le cose andarono diversamente: dopo un battage abbastanza acceso in Commissione, dove fu invitato in audizione il Direttore Generale di Multiservizi, il Consiglio Comunale approvò una delibera diversa da quella inizialmente proposta, richiedendo prima di dare l'assenso, tutta una serie di chiarimenti, volti a dimostrare preventivamente la sostenibilità economico-finanziaria del progetto nella sua complessità, nel medio e lungo periodo ed gli eventuali benefici dell'operazione.

Pertanto, in sede di assemblea soci Mutliservizi spa del 27.12.2013 il sindaco di Jesi, pur approvando il progetto esposto dal direttore generale, coerentemente con il deliberata del Consiglio Comunale si astenne, unitamente ad altri 3 comuni presenti.

Per tutto quanto sopra espresso, come M5S Jesi presenteremo al prossimo Consiglio Comunale una mozione in cui si impegna il sindaco:

- a richiedere in sede di assemblea dei soci di Multiservizi spa una verifica della correttezza e della legittimità delle procedure adottate per la costituzione di EDMA, a partire dalle delibere di indirizzo approvate nei vari consigli comunali dei comuni soci, propedeutiche all'avvio dell'operazione, e di emettere, in attesa di tali verifiche, i necessari o dovuti provvedimenti di sospensione e/o revoca, ecc.. in autotutela dei provvedimenti già emessi e di ogni attività già in essere, sino all’esito delle verifiche suddette;
- ad individuare, agli esiti delle verifiche di cui al punto precedente, le eventuali responsabilità all'interno degli enti comunali e degli organi di Multiservizi spa ed a procedere con le dovute conseguenti azioni, anche di segnalazione agli organi, agli enti ed alle autorità proposte, di tutte le eventuali irregolarità riscontrate e/o di rimozione dei possibili responsabili dagli incarichi ricoperti;
- a procedere, all’esito delle sopracitate verifiche, all’annullamento di tutte gli atti eventualmente ritenuti emanati in violazione delle norme vigenti;
- a mettere in campo ogni azione affinché vengano inserite nei regolamenti e negli statuti delle società di cui ai nuovi assetti societari, delle clausole di trasparenza e controllo che consentano e garantiscano una piena vigilanza da parte del Comune e dei propri organi, ivi incluso il Collegio dei Revisori.

Contestualmente, invieremo una segnalazione alle autorità competenti (anche di magistratura) per esporre la situazione e procedere comunque con le dovute azioni eventualmente necessarie.

La mozione proposta dal MoV 5 Stelle Jesi andrà in discussione nella seduta di Consiglio Comunale del 27 novembre prossimo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2015 alle 23:04 sul giornale del 27 novembre 2015 - 675 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Movimento 5 Stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aq2l





logoEV